Concerto inaugurale Stagione Sinfonica 2019/20 al Carlo Felice di Genova

Venerdì 11 ottobre, alle ore 20, il Teatro Carlo Felice inaugura la Stagione Sinfonica 2019/20 con un concerto incentrato sul grande repertorio sinfonico e concertistico. Protagonista, come direttore e violino solista, Sergej Krylov, musicista carismatico e virtuoso strabiliante, tra le figure di maggior spicco del concertismo internazionale. Il violinista e direttore russo dirigerà l’Orchestra del Teatro Carlo Felice nell’Ouverture dal “Sogno d’una notte di mezza estate” (1843) di Mendelssohn e, come solista-direttore, affronterà uno dei capisaldi del repertorio concertistico per violino e orchestra, firmato ancora da Mendelssohn: il Concerto per violino e orchestra in mi minore op. 64 (1844). A conclusione del programma, la Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 “Dal nuovo mondo” (1893) di Antonín Dvořák, esempio lungimirante e profetico di dialogo tra la tradizione sinfonica occidentale e la musica popolare americana, di cui il compositore ceco si innamorò durante il suo incarico come direttore del Conservatorio di New York.

Il Concerto inaugurale della Stagione Sinfonica vede la riproposta della fortunata collaborazione dell’anno scorso con la Confesercenti e A.G.A.G (Associazione Gelatieri Artigianali Genovesi): prima, durante e dopo il concerto, nel Foyer del Teatro, verrà infatti distribuito al pubblico il tipico semifreddo genovese, la panera, ad offerta libera finalizzata alla raccolta fondi per l’acquisto di doni natalizi per i bambini dell’Ospedale Gaslini. «Siamo felici di poter proseguire la collaborazione – dichiara Alessio Maloni, Coordinatore dei Giovani Imprenditori Confesercenti – con una delle più importanti istituzioni culturali nazionali, ci è sembrato questo il modo migliore per accogliere e dare il benvenuto al nuovo sovrintendente Orazi, con il quale ci auguriamo di poter proseguire un rapporto sinergico, che riteniamo strategico per il tessuto commerciale e turistico della città.»

Il concerto sarà preceduto, alle ore 19:00 in Sala Paganini, da un’introduzione del Maestro Krylov riservata agli spettatori del concerto, a cura dell’Associazione Teatro Carlo Felice.

Pastorelli

 

   

 

 

 

 

 

La vendemmia di Roma 2019

Terza edizione per La vendemmia di Roma, l’appuntamento esclusivo che abbina il buon gusto all’esperienza condivisa nell’ambito di vino e moda.

Nata come versione capitolina del format milanese di Via MonteNapoleone, la manifestazione celebra il connubio tra il mondo della moda e del vino, due pilastri del Made in Italy, e vede coinvolti per il terzo anno consecutivo i grandi marchi del lusso e le più prestigiose cantine nazionali e internazionali, con la partecipazione dei migliori ristoranti e degli hotel 5 stelle lusso.

Organizzata con il patrocinio dell’Associazione di Via Condotti, La Vendemmia di Roma avrà luogo quest’anno nel centro storico della Capitale tra Via Condotti, Piazza di Spagna, Via Borgognona, Piazza San Lorenzo in Lucina, Via Bocca di Leone, Piazza San Lorenzo in Lucina e Via Fontanella Borghese.

Palazzi storici, boutique, ristoranti e hotel 5 stelle lusso apriranno le porte agli ospiti della Vendemmia coinvolgendoli nelle attività previste. Molte sono infatti le nuove proposte messe in piedi quest’anno da Andrea Amoruso Manzari, organizzatore dell’iniziativa e ideatore di alcuni format al suo interno, che afferma:
“La Vendemmia vuole essere un motore trasversale di condivisione affinché, nel più importante e ricco scenario artistico del mondo, gli operatori professionali del distretto del lusso possano offrire esperienze gourmet, fashion e design incentivando il turismo nazionale ed internazionale.”

Si comincia Lunedì 14 ottobre con un importante momento formativo riservato agli Store Manager, al Management e alla forza vendite dei brand presenti sul territorio. Sarà organizzata in questo contesto, con materiale didattico integrato, una giornata dedicata a temi utili per integrare e arricchire l’approccio della vendita verso una tipologia di clientela selezionata. Verranno infatti affrontati argomenti tecnici, statistici, comportamentali e funzionali indispensabili per migliorare le performance di vendita e di servizio alla clientela internazionale. Il Sell training  si svolgerà dalle ore 17.30 al Grand Hotel Plaza, location partner della Vendemmia; al termine dell’incontro seguirà un cocktail privato per tutti i partecipanti.

Martedì 15 ottobre, unicamente per gli sponsor o per chi avrà aderito alle VLE (VIP Lounge Experience), verranno organizzate diverse experience dedicate allo shopping al vino o al tartufo. Per un massimo di 40 persone saranno organizzate Shopping Experience presso alcuni luxury brand offrendo cocktail di benvenuto e visita privata in spazi esclusivi. La Wine e la Truffle Experience avranno luogo invece in specifiche lounge selezionate esclusivamente per gli sponsor dove gli ospiti potranno degustare privatamente i pregiati vini del Comitato dei Gran Cru o immergersi in un’esperienza multisensoriale per imparare a riconoscere e apprezzare il tartufo.

Altra serata esclusiva e rigorosamente ad inviti è la Cena di Gala placée, riservata ad imprenditori, esponenti di spicco dei brand e sponsor aderenti alla manifestazione, che avrà luogo mercoledì 16 ottobre presso Palazzo Albani del Drago sede dello Studio Legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, secondo location partner della Vendemmia.

Giovedì 17 ottobre sarà la volta dell’evento “clou” della Vendemmia, una grande ed esclusiva festa “made in Italy” che quest’anno vedrà coinvolte oltre 80 fashion boutique, numero in rilevante crescita rispetto al passato, che ospiteranno i convenuti in orario serale per presentare le ultime collezioni e far conoscere e degustare alcune tra le più prestigiose cantine vinicole italiane associate al Comitato dei Gran Cru d’Italia. Quest’anno, inoltre, si aggiungeranno anche i brand del lusso di Fiumicino grazie ad un accordo siglato da Andrea Amoruso Manzari con Aeroporti di Roma per organizzare la Vendemmia nel Terminal E del Leonardo da Vinci declinando il format della Vendemmia e portando il numero totale dei marchi del lusso aderenti a oltre 100.

Novità totalmente riservata ai “millennials” è Vendemmia Young (dress code “Colorful Night”), un party esclusivo dedicato al target high level dei millennials e dei trentenni che proprio il 17 ottobre, dopo i cocktail delle boutique del centro di Roma, vedrà organizzare alla Casina Valadier, terzo location partner della Vendemmia, una serata con open bar, DJ Set organizzato da RDS Dimensione Suono Soft (media partner de La Vendemmia di Roma), live performance, lounge privata ed esclusiva dove far scoprire ai giovani,  l’arte del buon bere improntata alla qualità e senza eccessi.

Il 18 e il 19 ottobre l’esperienza continua: durante i normali orari di apertura, le Boutique aderenti garantiranno alcuni benefit ai clienti in possesso della Vip Card, quali un tasting dei migliori vini, espressione della casa vinicola partner della boutique, l’opportunità di ricevere i propri acquisti direttamente in hotel/casa, un sales assistant dedicato e la possibilità, su richiesta, di fare shopping oltre l’orario di apertura.

Questa edizione della Vendemmia vede su iniziativa dell’organizzazione romana della Vendemmia, una importante collaborazione con Class Editori e Gambero Rosso con cui è stata realizzato una rivista dedicata alla Vendemmia in 3 lingue (inglese, cinese e italiano) con diffusione nazionale e internazionale (30 paesi) che verrà distribuita in tutti gli hotel di lusso, nei negozi, nei ristoranti e in aeroporto a Fiumicino.

Per tutta la settimana, inoltre, i ristoranti più esclusivi del centro di Roma creeranno particolari menù, con focus sul vino, e proporranno una degustazione speciale di vini selezionati al bicchiere, mentre clienti ed ospiti degli hotel 5 stelle lusso aderenti avranno la possibilità di gustare dei menù “ad hoc” che prevedono abbinamenti enogastronomici ed usufruire di pacchetti esclusivi di accoglienza, una ulteriore iniziativa atta a incrementare l’afflusso turistico nazionale e internazionale.

Elisabetta Castiglioni (anche per la foto)

“Internazionale Kids” alla Biblioteca Casa Niccolini

un particolare del fumetto “Nuno salva la luna”

In occasione del Festival “Internazionale a Ferrara 2019” numerosi appuntamenti dedicati ai bambini saranno ospitati negli spazi della Biblioteca comunale per ragazzi di Casa Niccolini (via Romiti 13, Ferrara).

Per l’occasione la biblioteca osserverà un orario di apertura al pubblico straordinario: Sabato 9-12.30 e 15-19; Domenica   10-13 e 15-18.

Saranno attivi tutti i servizi di prestito, rientro e iscrizione normalmente offerti dalla Biblioteca; anche le raccolte di giochi da tavolo, riviste, dvd saranno a disposizione del pubblico.

Tutte le attività per i ragazzi sono gratuite e a numero chiuso, per un massimo di 15 partecipanti. Iscrizioni mezz’ora prima dell’inizio, nel luogo in cui si svolge il laboratorio.

Venerdì 4 ottobre. Ore 17.00

“Kidseconomics” (8-11 anni) – Sala Polivalente

Chi ha detto che tasse, interessi e prestiti sono termini troppo difficili da capire? Un laboratorio per scoprire che l’economia riguarda tutti noi. A cura del Consiglio nazionale delle ricerche

Ore 17.00 – Sala Ragazzi

Fammi capire: le rappresentazioni dei corpi nei libri per ragazzi. Incontro di formazione e confronto rivolto a insegnanti, bibliotecari/e per parlare di corpi, sessualità ed educazione affettiva a partire dalla mostra bibliografica “Fammi capire”, a cura di Scosse e  Ottimomassimo Librerie per ragazzi.

Sabato 5 ottobre

Ore 10,00-12,00 “Kidseconomics” (8-11 anni) Sala Polivalente

Chi ha detto che tasse, interessi e prestiti sono termini troppo difficili da capire? Un laboratorio per scoprire che l’economia riguarda tutti noi. A cura del Consiglio nazionale delle ricerche.

Ore 10,30-11,30 “Fiabe straordinarie per famiglie non ordinarie” (4-7 anni)Giardino*

Elisa Binda e Mattia Perego presentano “Fiabe straordinarie per famiglie non ordinarie“, Einaudi ragazzi 2019

Una famiglia allargata di folletti, un mostro e la sua mamma single, una principessa con i genitori separati: anche nelle fiabe tutte le famiglie sono magiche.
Ore 15,00-16,00 “Aldo & Rosa” (8-11 anni)Sala Polivalente

Susanna Mattiangeli presenta Aldo & Rosa.
Il fumetto, pubblicato a puntate su Internazionale Kids, racconta le avventure di Rosa e del suo amico immaginario Aldo, alle prese con professori bizzarri.
Ore 15,30- 17,00 “Io sono io” (5-8 anni) – Sala Ragazzi
Corpi che cambiano e si trasformano, dando vita a personaggi dalle qualità insospettabili. Un laboratorio per scoprire il gusto di scegliere chi si vuole essere e mettersi nei panni degli altri. A cura di Fammi capire.
Ore 16,30-17,30 “Nuno salva la Luna” (7-10 anni) – Sala Polivalente
Marino Neri presenta “Nuno salva la Luna”, Canicola, 2019.
Un bambino alieno ha il compito di prendersi cura della Luna. Ma cosa succede quando sul satellite arrivano i terrestri?
Ore 18,00-18,45 “Sgranate gli occhi” (dai 6 anni)Sala Polivalente
Proiezioni di fotografie da tutto il mondo. A cura delle photo editor di Internazionale.

Domenica 6 ottobre
Ore 10,30-11,30 “Questa non è una rosa”
(dai 4 anni) Sala Polivalente
Ilaria Rodella e Francesco Mapelli presentano Questa non è una rosa: Manuale di filosofia, domande ed esercizi per bambini curiosi, Corraini, 2019.
Ore 11,00-12,00 “Io sono io” (5-8 anni) – Sala Ragazzi
Corpi che cambiano e si trasformano, dando vita personaggi dalle qualità insospettabili. Un laboratorio per scoprire il gusto di scegliere chi si vuole essere e mettersi nei panni degli altri. A cura di Fammi capire.
Ore 12,00-12,45 “Sgranate gli occhi” (dai 6 anni) – Sala Polivalente
Proiezioni di fotografie da tutto il mondo. A cura delle photo editor di Internazionale.
Ore 15,00-16,00 “Jo e i tre cappottini” (5-8 anni) – Sala Polivalente
Gud presenta Jo e i tre cappottini, Tunuè, 2019
Non sopporta la scuola, gli amici e neanche i genitori, ma quando si troverà per magia dall’altra parte dello specchio, Jo capirà gli effetti di tutta la sua rabbia.
Ore 16,30-17,30 “Al timone!” (8-11 anni) – Sala Polivalente
Sfogliamo i giornali di tutto il mondo per bambine e bambini per creare un numero esclusivo di Internazionale Kids insieme alla redazione.

 

Alessandro Zangara (anche per le immagini)

“Margherita Hack, una stella infinita” al Teatro Sociale di Brescia

Laura Curino

Nella sua lunga vita Margherita Hack ha riempito auditorium e teatri, diretto un osservatorio, difeso la libertà della scienza, la laicità dello stato e combattuto per la parità dei diritti. Una donna che ha conquistato per i modi schietti, spesso taglienti, ma sempre contraddistinti dalla grande umanità e gentilezza che ne hanno fatto un’icona d’intelligenza. Cogliendo il tema “Brescia, la luna e tu” della Notte della cultura promossa dal Comune di Brescia, il Centro Teatrale Bresciano partecipa al programma della serata con lo spettacolo “Margherita Hack, una stella infinita” che vedrà Laura Curino, una delle più grandi interpreti del teatro di narrazione in ltalia – protagonista in primavera della Stagione del CTB con lo spettacolo “Il rumore del silenzio”–, dare voce a quello che vuole essere un omaggio e un ricordo di una grande donna.

Lo spettacolo avrà luogo sabato 5 ottobre 2019, alle ore 20.30, al Teatro Sociale di Brescia (via F. Cavallotti, 20), con biglietti al costo di 3 euro.

Scritto e diretto da Ivana Ferrari e prodotto da Tangram Teatro Torino, lo spettacolo vedrà Laura Curino muoversi tra fatti, pensieri, ricordi di una scienziata che seppe essere divulgatrice in quel modo intelligente che conquistò il pubblico. Raccontando la sua passione per la scienza e per la cultura, ma anche impegnandosi in prima persona per i diritti civili, Margherita Hack trascorse buona parte della sua vita a Trieste, città in cui diresse per oltre 20 anni l’Osservatorio astronomico raggiungendo risultati che portarono il centro a livelli di rilievo internazionale. Nata a Firenze nel 1922, fu docente universitaria dal 1964, collaboratrice e direttrice di numerose riviste e periodici, e ricoprì ruoli di primo piano nell’ambito universitario internazionale in qualità di ricercatrice. In una Notte dedicata alla luna, alla straordinaria capacità narrativa ed empatica di Laura Curino il compito di far brillare il ricordo di una personalità grande e luminosa.

 

Veronica Verzeletti (anche per la fotografia)

 

Al MAF la mostra “Paesaggi, fiori e nature morte”

Mulino ad acqua

La sala espositiva del MAF-Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese di San Bartolomeo in Bosco ospiterà dal 6 ottobre al 3 novembre prossimi la mostra pittorica “Paesaggi, fiori e nature morte”, di Bruno Bernardi, artista di origini modenesi da tempo attivo a Gallo di Poggio Renatico. Pittore autodidatta di tendenza figurativa, ha partecipato a numerose mostre e rassegne a carattere regionale e nazionale aggiudicandosi premi e riconoscimenti da parte del pubblico e della critica.

L’esposizione al MAF consentirà all’artista di presentare una selezione della sua vasta opera, della quale scrisse a suo tempo Pepita Spinelli Malagutti: “Chi osservi l’armonia sia delle marine che i sereni tramonti e paesaggi di Bruno Bernardi, noterà, come i nitori delle acque e delle colline, pur toccando l’iper-realismo, non perdono di artistica personalità. La Sua maniera solida e nelle stesso tempo ‘respirante’ di dipingere denota una preziosità stilistica che commuove per l’armonia dei toni”.

Nonostante la sua ormai proverbiale riservatezza, Bruno Bernardi ha acquisito negli anni una sua personale fascia di pubblico e molti suoi quadri fanno parte di collezioni in Italia e all’estero. “La viva sensibilità di artista – ha annotato Maria Luisa Poledrelli – lo induce a cogliere e a rappresentare le ‘essenze paesaggistiche’ che possono assumere, a livello emotivo, toni consolatori”.
“Paesaggi, fiori e nature morte” verrà presentata al pubblico domenica 27 ottobre durante uno specifico incontro culturale domenicale promosso dal MAF.
La mostra rientra nei progetti culturali dedicati dall’istituzione museale alle esperienze artistiche locali. È promossa dal Comune di Ferrara, dal MAF e dall’Associazione omonima.

A ingresso libero, sarà visitabile agli orari di apertura del MAF: da martedì a venerdì, dalle 9.00 alle 12.00 e i festivi dalle 15.30 alle 18.30. (nella foto: una delle opere dell’artista).

Alessandro Zangara (anche per la foto)