Aperte le visite guidate al Regio di Parma

Il Teatro Regio di Parma riapre alle visite guidate. Il pubblico potrà così ritornare a scoprire le meraviglie di questo luogo che porta in sé 200 anni di storia, arte, musica.

I visitatori potranno scoprire la sala del Teatro ancora sgombra dalle poltrone, smontate per far posto all’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini in occasione del recente debutto di Pelléas et Mélisande (trasmesso da Rai Cultura su Rai5 e ancora disponibile alla libera visione su Raiplay), e con l’imponente astrolampo illuminato e calato al centro della platea, che offre i suoi scintillii e i suoi dorati putti musicanti allo stupore di ogni sguardo ravvicinato.

Le visite guidate, della durata di circa 30 minuti, sono aperte dal martedì alla domenica nei consueti orari 9.30 – 12.30 / 14.30 – 17.30, vengono effettuate a intervalli di ogni ora e sono riservate a un numero massimo di 10 visitatori per ogni turno. Come da ordinanza del nuovo decreto, sabato e domenica il servizio è assicurato su prenotazione, via mail o telefono, ai seguenti recapiti: tel. 0521 203995 visitareilregio@teatroregioparma.it

Il bookshop, che offre i preziosi, esclusivi manufatti appositamente ideati e realizzati per portare con sé la memoria di questo luogo unico, segue gli stessi orari di apertura delle visite guidate.

Paolo Maier (anche per le fotografie di Luca Fregoso -sopra- e di Stefano Zoni-sotto)

Gli spettacoli teatrali a Brescia

Il Centro Teatrale Bresciano è pronto a ricominciare dal vivo con il pubblico in sala. Dopo mesi di contenuti forzatamente digitali, il CTB è lieto di presentare oggi la nuova programmazione della Stagione di prosa 2020-2021 Gli infiniti mondi che, compatibilmente con gli sviluppi dell’emergenza sanitaria e in accordo con le disposizioni di legge, si svolgerà nei mesi di maggio e giugno al Teatro Sociale di Brescia.

È martedì 4 maggio la data in cui le porte del teatro di prosa della città torneranno ad aprirsi. In scena la produzione CTB The children, testo di Lucy Kirkwood già presentato – con grandissimo successo – in forma di lettura scenica nella scorsa edizione della rassegna di drammaturgia contemporanea Teatro Aperto e che trova oggi, grazie alla bravura di Elisabetta Pozzi, Giovanni Crippa e Francesca Ciocchetti, diretti da Andrea Chiodi, un avvincente compimento. Il titolo sostituisce lo spettacolo Pigmalione, progetto immaginato da artisti e CTB prima della pandemia. La decisione di sostituire lo spettacolo si richiama alla necessità degli artisti coinvolti di lavorare su una tematica strettamente connessa alla situazione attuale. È stato quindi deciso di selezionare a un testo che, allo stesso modo di Pigmalione, mantenesse un carattere di commedia, ma che parallelamente sapesse parlare al pubblico con leggerezza di temi urgenti connessi alla situazione che il mondo intero, da oltre un anno, sta vivendo. Con la sua trama incentrata sulle imprevedibili conseguenze di un incidente in una centrale nucleare, il pluripremiato The children è sembrato il modo più efficace di dare forma a questa significativa esigenza artistica. Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Sociale dal 4 al 16 maggio 2021.

Il Centro Teatrale Bresciano sceglie di proseguire la nuova programmazione con la proposta dell’iconico spettacolo La vedova Socrate di Franca Valeri, con Lella Costa, regia di Stefania Bonfadelli, che sarà in scena al Teatro Sociale dal 18 al 23 maggio 2021. La produzione CTB avrebbe dovuto inaugurare la Stagione 2020-2021; sfortunatamente, la chiusura delle sale teatrali ha impedito il realizzarsi della tappa bresciana dello spettacolo che aveva felicemente debuttato nella Stagione estiva del Piccolo Teatro di Milano. Il CTB lo ripropone ora con lo stesso entusiasmo di vedere sulla scena una fuoriclasse come Lella Costa interpretare l’irriverente testo dell’indimenticata Franca Valeri.

Chiude la proposta del CTB, la produzione Ritter, Dene, Voss di Thomas Bernhard, regia di Elena Sbardella, con Ludovica Modugno, Franca Penone, Gianluca Ferrato che andrà in scena al Teatro Sociale dall’8 al 13 giugno. Lo spettacolo, originariamente calendarizzato tra aprile e maggio al Teatro Mina Mezzadri, verrà allestito come ultimo titolo prima degli eventi estivi del Centro Teatrale Bresciano.

Si informa, infine, che per ragioni organizzative sono annullate le recite degli spettacoli Mnemosine, La fine del mondo e Dove sono le donne, inizialmente programmate a maggio 2021.

L’orario d’inizio degli spettacoli, nei giorni feriali, è previsto per le ore 19:30, così da consentire il rientro degli spettatori entro le ore 22. La domenica, invece, l’orario d’inizio degli spettacoli è confermato per le ore 15:30.

I dettagli sulle modalità di conversione di spettacolo (nel caso di Pigmalione) e di data (nel caso di Ritter, Dene, Voss) riguardanti i titoli già in possesso degli spettatori e le indicazioni per l’acquisto dei biglietti per gli spettacoli in calendario sono rimandate a successiva comunicazione.

Per informazioni è possibile contattare la biglietteria del Centro Teatrale Bresciano dal lunedì al venerdì (escluso i festivi) dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.00, ai seguenti recapiti:

T. 030 2808600; biglietteria@centroteatralebresciano.it

Nel rispetto della normativa in vigore, il punto vendita del CTB di Piazza della Loggia e il botteghino del Teatro Sociale sono chiusi fino a nuova comunicazione.

V.V.