I colori del calcio inglese a Verona Borgo Roma

Divertimento e sport inglese al torneo di calcio a 5 ‘Garden’s Wall Festival’. Dal 13 al 15 giugno, dodici squadre cittadine, con indosso le maglie dei blasonati team inglesi, si sfideranno nel mini campionato organizzato agli impianti sportivi dell’Alba Borgo Roma, in via Gioia.

In palio la possibilità di assistere a un incontro di Premier League, Championship o FA Cup per la prossima stagione.

Nelle tre giornate di festival, dal pomeriggio alla sera, con ingresso gratuito, si susseguiranno partite di calcio, concerti e dj set in tema british, con la proposta di piatti tipicamente britannici e birre selezionate.

In particolare, durante la manifestazione, si esibiranno dal vivo cover band di musica inglese come i Vinnie & The Jones e i Supernova.

L’iniziativa, promossa dalla 5ª Circoscrizione, è stata presentata dal presidente Raimondo Dilara insieme al presidente della commissione circoscrizionale Sport Marco Padovani. Coinvolte nell’evento la società calcistica Alba Borgo Roma, il locale Celtic Pub e l’associazione di promozione sociale Aps Fuorimoda.

“Una bella opportunità per la Circoscrizione – ha affermato Padovani -, che oltre ad ospitare una divertente iniziativa, punta a far conoscere alla cittadinanza le tradizioni sportive di un altro paese”.

Informazioni e programma del festival su www.gardenswallfestival.it e le pagine Facebook e Instagram – Garden’s Wall Fes.
Roberto Bolis

 

Red Bull X Alps

Il prossimo 16 giugno da Salisburgo in Austria prenderà il via la nona edizione della biennale Red Bull X Alps, la regina dell’hike & fly, volo ed escursionismo lungo le Alpi fino al Principato di Monaco. Prologo il 13 per assegnare il secondo night pass, vale a dire il permesso di camminare durante la notte quando è di norma la sosta. Di uno ne hanno diritto tutti i 32 piloti tra cui 2 donne provenienti da 20 paesi.

Il percorso di ben 1.138 km attraversa Austria, Germania, Italia, Svizzera, Francia e Monaco. 14 i punti di aggiramento obbligatori, detti “turn point” o “boe”, alcuni da passare a piedi, altri in volo entro un raggio stabilito.

Il tricolore sarà portato in volo da Aaron Durogati e Tobias Grossrubatscher, piloti trentini, ma l’uomo da battere sarà l’eterno Christian Maurer, pilota elvetico che di X-Alps ne ha già vinte cinque. L’ultima volta arrivò a tuffarsi nel Mediterraneo in 10 giorni e 23 ore.

 

Gustavo Vitali

Il volo libero in deltaplano in Friuli

La pedemontana del Friuli fa da contesto territoriale per un avvenimento internazionale di volo libero in deltaplano.

Dal 25 aprile al 1 maggio, organizzato da Flyve e Aero Club Lega Piloti, terza edizione dello Spring Meeting – Trofeo Friuli Venezia Giulia 2019, una competizione che si svolge in una zona ben nota a chi pratica il volo libero. La stessa sarà teatro del XXII Campionato del Mondo di deltaplano il prossimo luglio. Partecipano i migliori piloti da tutta Europa che hanno colmato il numero massimo degli ammessi alla gara.

L’area di volo si sviluppa principalmente nella zona pedemontana del Friuli ma, a seconda delle condizioni atmosferiche, è possibile volare anche nelle Alpi e in pianura. Il decollo principale da cui prenderà il via ogni prova di gara, una al giorno meteo permettendo, è situato sul monte Valinis sopra Meduno (Udine). Tuttavia, sulla base delle condizioni meteorologiche, sarà possibile utilizzare altri punti di decollo situati in territorio italiano e sloveno, cinque in tutto. Atterraggio ufficiale e quartier generale della manifestazione a Travesio (Pordenone).

Molte attività collaterali saranno organizzate per famiglie e visitatori.

 

Gustavo Vitali

Nuovo stadio a Verona riqualificherà il quartiere

Nuovo stadio, emergono ulteriori particolari dall’analisi dell’imponente mole di documentazione pervenuta in Comune.

Nel giorno in cui scadevano i termini per presentare la manifestazione di interesse, sono stati resi noti i primi dettagli della proposta di project financing formulata da Nuova Arena srl, il cui amministratore è l’ex difensore gialloblu Thomas Berthold, insieme alla società Impresa Generale di Costruzioni Di Vincenzo Dino Spa. Oggi, carte alle mano, si stimano i tempi previsti per arrivare al bando di gara e, quindi, all’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo stadio, al posto del Bentegodi costruito nel ‘63, che sarà a costo zero per il Comune.

“La legge sugli stadi accorcia notevolmente l’iter – ha detto il sindaco Sboarina -. Con gli uffici abbiamo già iniziato la valutazione dello studio di fattibilità e procederemo spediti nelle varie fasi. Il Bentegodi rappresenta la storia sportiva del calcio di Verona, delle nostre squadre e di tanti avvenimenti. È nel cuore di tutti i tifosi, anche nel mio, è lo stadio dello Scudetto e di tanti ricordi per tifosi, bambini e famiglie. Sto pensando di far lasciare una traccia della vecchia gloria e magari anche che ogni tifoso abbia un pezzo del Bentegodi. Oggi però la costruzione è ormai datata e il nostro calcio si merita una struttura all’avanguardia. Il Bentegodi ha bisogno di diversi interventi milionari che sarebbero a carico del Comune e cioè dei veronesi, mentre il nuovo stadio sarebbe a costo zero per le casse comunali. Il fatto che ci sia un interesse imprenditoriale per realizzarlo è per Verona una novità importante. L’aspetto significativo è inoltre che in abbinata ci sarebbe la riqualificazione del quartiere. Faremo di tutto per rendere possibile questo sogno”.

La procedura godrà di un iter accelerato grazie alla legge n.147 sugli Stadi, che incentiva i privati che si propongono di realizzare, rimodernare e gestire impianti sportivi.

Entro sei mesi si arriverà quindi alla gara per l’affidamento del project financing, a cui potranno partecipare tutte le società interessate, fermo restando il diritto di prelazione che spetta alla società proponente.
Il primo passaggio sarà alla Conferenza dei Servizi preliminare, a cui, visto l’impatto del progetto, parteciperanno molti soggetti del territorio, anche regionali.
Il project sarà quindi valutato dalla giunta, per poi passare in Consiglio comunale per la dichiarazione di pubblico interesse. Infine la gara, che individuerà la società vincitrice e definirà con esattezza i tempi per la costruzione del nuovo stadio.

Come già anticipato, il nuovo stadio, esternamente, richiamerà l’Arena, con la tipica forma ellittica e la riproduzione della forma degli arcovoli. Il campo da calcio, che rientrerà nella categoria 4 UEFA, sarà orientato come quello attuale, anche se migliorerà notevolmente la visuale. Non essendoci la pista di atletica, infatti, gli spettatori potranno vedere più da vicino il campo, senza ostacoli, da qualsiasi lato.

Come espressamente richiesto nella manifestazione d’interesse presentata dal Comune, la nuova struttura dovrà essere elemento qualificante del quartiere e sostenibile. Ecco perché lo spazio esterno guadagnato con la nuova costruzione, più piccola dell’attuale, sarà completamente destinato a parco verde. La sostenibilità sarà invece garantirà dall’utilizzo di materiali e tecnologie moderne, con vantaggi anche per la gestione dei costi. Fra le opzioni anche quella di dotare il nuovo stadio di un tetto richiudibile, da usare per abbattere il disturbo e migliorare l’acustica durante i concerti, oltre che naturalmente in caso di forte maltempo.

 

Roberto Bolis (anche per le immagini del progetto)

Verona si aggiudica i mondiali di pesca 2020

Dopo 23 anni, Verona torna capitale della pesca. L’appuntamento è per settembre dell’anno prossimo, ma la macchina organizzativa si è già messa in moto. Si terranno, infatti, dal 7 al 13 settembre 2020 i Campionati mondiali di pesca al colpo, nelle acque dolci del Mincio, di Peschiera e Valeggio.

Verona ospiterà la cerimonia inaugurale dell’evento, con il corteo in cui saranno rappresentante le 40 nazioni partecipanti.

Già al lavoro la sezione veronese della Federazione nazionale Pesca sportiva, Attività subacquee e Nuoto pinnato, con il presidente Tiziano Begal che ha incontrato l’assessore allo Sport Filippo Rando.

“Ancora una volta Verona è protagonista indiscussa del mondo sportivo – afferma Rando -. Per noi è motivo di soddisfazione ospitare l’inaugurazione dei giochi, che faremo in modo diventino un momento di festa da condividere con tutta la città. Chi pratica la pesca è abituato a non farsi molta pubblicità e a godersi il silenzio che caratterizza questa pratica sportiva. In realtà è uno sport in crescita, soprattutto nella bassa veronese, che abbonda di corsi d’acqua adatti alla pesca”.

A Verona sono 4.500 gli iscritti alla Federazione pesca, 30 mila in tutto il Veneto.

 

Roberto Bolis

Aperta la Pista degli Innamorati

Dopo le abbondanti nevicate, un’altra grande sorpresa aspetta gli sciatori questo weekend nella Ski Area San Pellegrino: da ieri infatti, è aperta la famosa Pista degli Innamorati, lunga quasi 11 km, che dalla stazione a monte della funivia Col Margherita (2.514 m) scende fino a Falcade (1.100 m).
Simbolo per eccellenza dello slow ski, è la pista ideale per gli amanti dello sci in assoluto relax tra meravigliosi panorami e gustosissime soste intermedie. Il tracciato inizia in cima al Col Margherita, uno fra i balconi più belli delle Dolomiti, scendendo dolcemente verso Passo Valles con lo sguardo rivolto verso le Pale di San Martino e il Gruppo del Focobon.

Prima tappa allo storico rifugio Capanna Passo Valles, vera garanzia per chi ama la montagna e la buona cucina. Una volta rimessi gli sci ai piedi, la pista prosegue attraverso un nucleo di caratteristici Tabià e un fantastico bosco di larici, arrivando presto a incrociare, a quota 1.560 m, lo ski bar Caverson dell’Hotel Dolomiti.

Terminato il secondo piacevole break si scivola giù lungo un facile pendio che porta all’altezza di Falcade Alto e al tratto più impegnativo di tutta la Pista degli Innamorati: niente paura però, si tratta di un segmento piuttosto largo e anche gli sciatori meno esperti possono superarlo agevolmente. Dopo la fatica si entra nuovamente nel bosco con un suggestivo ski weg che consente di raggiungere in pochi minuti Falcade e la cabinovia Falcade-Le Buse.
Un tracciato ideale quindi per tutti gli “innamorati” della neve che desiderano trascorrere qualche piacevole ora in totale relax sugli sci. E se siete alla ricerca di un modo originale per festeggiare San Valentino, cosa c’è di meglio di trascorre qualche ora completamenti immersi nella natura assieme alla vostra anima gemella?

 

ATC (anche per le fotografie)

Torneo interscolastico di basket a Verona

Sta per partire il torneo interscolastico di pallacanestro. Da lunedì 4 febbraio, oltre 400 studenti appartenenti a 16 istituti superiori di Verona e provincia parteciperanno alla quarta edizione della Scaligera High School Cup, all’interno dell’Agsm forum. La competizione sarà suddivisa in 4 gironi con una fase di qualificazione, a cui seguiranno playoff e playout.

Il torneo, ideato dalla Scaligera Basket in collaborazione con Magic Summer 3D Sport e Vacanza, coinvolgerà i ragazzi fino al 15 aprile, giorno in cui verrà decretata la squadra vincitrice. Sabato 20 aprile, durante l’intervallo dell’ultima partita di campionato di serie A2 Old Wild West, che vedrà in campo la Tezenis Verona e la Baltur Cento, si terranno le premiazioni.

Al centro dell’iniziativa la sana competizione sportiva, il divertimento e la formazione. Ecco perché i ragazzi parteciperanno in prima persona all’organizzazione dell’evento, incontrando allenatori, team manager e addetti stampa.

Ognuna delle squadre dovrà essere formata da 10 giocatori con almeno due ragazze e tre studenti del biennio. La Tezenis Verona metterà a disposizione dei partecipanti le divise.

La manifestazione è stata presentata questa mattina in sala Arazzi dall’assessore allo Sport Filippo Rando. Erano presenti Andrea Sordelli della Scaligera Basket, Roberto Dalla Vecchia e Luisa Crestani della Magic Summer 3D Sport e Vacanza, Leonardo Rigo del Banco BPM-Banca Popolare di Verona, Marco Antonio Cappelletti di Agsm, Michela D’Attoma di Inlingua e Michela Maggiolo dell’Avis provinciale.

“Da quattro anni questo torneo coinvolge numerosi studenti veronesi – ha spiegato Rando –, confermandosi uno dei momenti più importanti della pallacanestro giovanile. Un ringraziamento va a tutti gli organizzatori, per l’impegno e la passione con la quale portano avanti questa iniziativa, offrendo ai nostri ragazzi la possibilità di misurarsi con le diverse professionalità che ruotano attorno al mondo sportivo, oltre che in campo”.

 

Roberto Bolis