Happy Spirits for Christmas. A.D.I.D. Brescia e Donne della Grappa insieme per Natale

Si terrà a Brescia sabato 15 dicembre, alle ore 16, l’incontro organizzato dalla Delegazione di Brescia di A.D.I.D. in collaborazione con “Donne della Grappa” a proposito di giovani e alcolici. L’occasione sono proprio le festività di fine anno, periodo in cui si può tracciare un sunto della produzione soprattutto di Grappa in Italia e in cui ribadire con forza il “bere bene” e consapevole che è il motto e la filosofia dell’Associazione Degustatori Italiani grappa e Distillati e, ovviamente, delle Donne della Grappa.

E occasione è anche l’invito a Brescia, da parte di Alessia Biasiolo, di Celeste Di Meo, violinista sedicenne che diventa una sorta di “madrina” del discorso. Parleranno in proposito Elisa Belvedere Mazzetti, Anna Gozio e Livia Bertagnolli assieme ad Alessia Biasiolo e Renato Hagman, socio fondatore e Governatore di Brescia di A.D.I.D.

La trattazione, breve e concisa, riguardante la Grappa segue il convegno organizzato in città due anni orsono e sigla l’armonia d’intenti tra le Associazioni in materia di cultura, divulgazione culturale e approfondimento per tutti di un argomento che sembra sempre solo godereccio, ma in realtà nasconde passione, dedizione, anni di studio.

A seguire l’esibizione di Celeste Di Meo e di Kwag Jongrey, violino e pianoforte, per augurare a tutta la cittadinanza di Brescia, ai soci e agli amici, le migliori feste, i migliori “Spiriti Felici”, che detta all’inglese sembra suonare meglio…

La manifestazione si terrà al Teatro Sancarlino (Corso Giacomo Matteotti, 6) con il Patrocinio della Provincia di Brescia, la collaborazione delle Distillerie Peroni Maddalena di Gussago (Brescia) e dell’Associazione Sidus.

 

La Redazione

Ricco programma di eventi in Marmolada

 

La Regina delle Dolomiti è pronta a dare il via alla stagione invernale 2018/2019 con un ricco programma di eventi. Nonostante l’apertura degli impianti di risalita sia stata posticipata al 12 dicembre, neve permettendo, già a partire dal weekend dell’Immacolata la Marmolada offrirà ai suoi ospiti numerose proposte coinvolgenti per scoprire l’arte e la cultura della Val Pettorina.
Quello delle festività natalizie è sicuramente il periodo più suggestivo per visitare i caratteristici paesini ai piedi della Marmolada: Rocca Pietore, a cui il Touring Club Italiano ha recentemente assegnato la Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale che certifica le località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire anche un’accoglienza di qualità, e Sottoguda, uno dei Borghi più Belli d’Italia dove il tempo sembra essersi fermato e, camminando tra gli antichi tabiè, gli stretti vicoli e le botteghe artigiane del centro, si può respirare un’atmosfera davvero magica.

Ecco gli appuntamenti da non perdere:

DAL 6 DICEMBRE 2018 AL 6 GENNAIO 2019 EL CIANTON DE NADEL

Percorso alla scoperta della creatività degli abitanti del Comune di Rocca Pietore nell’elaborare addobbi in tema natalizio all’esterno delle proprie abitazioni. Mappa e volantino presso l’ufficio turistico di Sottoguda.
DAL 12 DICEMBRE 2018 AL 7 APRILE 2019 VISITE GUIDATE AL MUSEO MARMOLADA GRANDE GUERRA 3000 M

Torna anche per l’inverno 2018 l’appuntamento con le visite guidate gratuite al Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m, facilmente raggiungibile in funivia da Malga Ciapela. Obbligatoria la prenotazione al 334 6794461.
Per maggiori informazioni: Funivie Marmolada

15 DICEMBRE 2018 CONCERTO DI NATALE

Speciale esibizione del Coro Femminile Col di Lana insieme al Coro Val Biois presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maddalena a Rocca Pietore. Inizio alle ore 20:45. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle associazioni di volontariato del Comune di Rocca Pietore.

Per maggiori informazioni: Consorzio Turistico Marmolada

DAL 23 AL 30 DICEMBRE 2018 NATALE NEI FIENILI

Esposizione e vendita di prodotti tipici in una location a dir poco originale che vi farà respirare appieno l’atmosfera natalizia: i tipici fienili di Sottoguda – uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Per maggiori informazioni: Consorzio Turistico Marmolada

 

ATC (anche per la foto)

Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2018 Giancarlo Dosi VI edizione

Si svolgerà giovedi 13 dicembre all’Aula Convegni del CNR di Roma la finale della sesta edizione del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica – Giancarlo Dosi, iniziativa che vede ogni anno la partecipazione di oltre 400 autori, tra ricercatori, docenti, giornalisti, studiosi e autori italiani o stranieri, con l’obiettivo di contribuire a rafforzare gli interessi su libro e lettura in Italia nell’ambito di una efficace divulgazione scientifica. Un progetto che mira ad affermare la centralità dell’informazione per il progresso della società e a favorire nei giovani l’interesse per la cultura scientifica, contribuendo a creare una conoscenza diffusa dell’innovazione e del sapere.

Dopo il lungo lavoro delle giurie, che hanno selezionato quest’estate in ciascuna area scientifica le opere (circa 700 tra libri, articoli e video nella presente edizione) da avviare alla fase finale del Premio, il Comitato Scientifico ha individuato gli autori dei Libri che si contenderanno i riconoscimenti in palio e che saranno votati in real Time, attraverso un sistema elettronico di televoter, da una giuria di sala composta da 150 persone, presieduta da Giorgio De Rita (Segretario Generale Censis), che decreterà dapprima i vincitori delle diverse aree e poi il vincitore assoluto del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica.

Nel corso della manifestazione, che sarà condotta dal giornalista RAI Guido Barlozzetti,  gli autori delle 15 opere in gara si affronteranno di volta in volta di fronte al pubblico per conquistare il primo posto in classifica nella propria area e aspirare al titolo più alto in palio.  Novità di questa edizione è anche la possibilità, per gli autori degli Articoli e dei Video (new entry), di lanciare un ultimo appello al voto della propria opera nell’ambito della sezione relativa.

Durante la cerimonia sarà consegnato il Premio Giancarlo Dosi per la Divulgazione Scientifica 2018 alla virologa e ricercatrice Ilaria Capua, autrice del recente libro  “Io, trafficante di Virus” (Rizzoli, 2017), per il suo impegno nella divulgazione scientifica. Il riconoscimento, alla sua seconda edizione e indetto dopo la prematura scomparsa del fon-datore, è dedicato agli autori che hanno dato un contributo fondamentale nell’informazione e diffusione scientifica in Italia, a prescindere dal libro sottoposto al Premio (la prima edizione dello scorso anno fu assegnato a Samantha Cristoforetti e Stefano Sandrelli).

Il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica è organizzato dall’Associazione Italiana del Libro con il contributo di BPER Banca e dell’AIRI (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale). Hanno concesso il loro patrocinio il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l’UNINETTUNO (International Telematic University). Le fasi finali saranno seguite dalle attività editoriali web e social di Rai Cultura Scienza e Rai Cultura Scuola in qualità di media partner della manifestazione.

I finalisti dell’edizione 2018
LIBRI
Sezione A – Scienze matematiche, fisiche e naturali
Carlo Nitsch, Guido Trombetti
Anche le cicale sanno contare, Salerno Editrice, 2018
Alberto Credi Le macchine molecolari, 1088press, 2018
Piero Martin, Alessandra Viola
Trash. Tutto quello che dovreste sapere sui rifiuti, Codice Edizioni, 2017
Sezione B – Scienze della vita e della salute
Ernesto Di Mauro
Epigenetica il DNA che impara, Asterios, 2017
Pier Luigi Lopalco
Informati e vaccinati. Cosa sono, come funzionano e quanto sono sicuri i vaccini, Carocci, 2018
Stefano Farioli Vecchioli con Elisabetta Muritti
Un cervello sempre giovane, Sperling & Kupfer, 2018
Sezione C – Scienze dell’Ingegneria e dell’Architettura
Tommaso Empler
ICT per il Cultural Heritage, Dei Srl – Tipografia del Genio Civile, 2018
Armando Martin
Industria 4.0, sfide e opportunità per il Made in Italy, Editoriale Delfino, 2018
Armando Guidoni
Verso il Robot sapiens, Edizioni Controluce, 2018
Sezione D – Scienze dell’uomo, storiche e letterarie
Francesco Cavalli-Sforza
L’inganno delle religioni, Codice Edizioni, 2017
Alberto Rizzuti
Musica sull’acqua. Fiumi sonori, mari in tempesta, fontane magiche da Händel a Stravinskij, Carocci, 2017
Leonardo G. Luccone
Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto, Laterza, 2018
Sezione E – Scienze giuridiche, economiche e sociali
Andrea Levico
Come Votiamo (e perché), Araba Fenice, 2018
Alberto Grandi
Denominazione di Origine Inventata, Mondadori, 2018
Roberto Defez
Scoperta. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l’Italia, Codice Edizioni, 2018
ARTICOLI
Giuliano Aluffi
Che bei tipi quegli esseri sinistri, Il Venerdì di Repubblica, 2017
Sergio Musazzi
Il peso dell’aria, Emmeciquadro, 2017
Franco Bagnoli
Un esempio di teoria dei giochi: i venditori di gelato, Sapere, 2018
VIDEO
Ruggero Rollini
Come funziona la caffettiera? La chimica della moka, 2018
Cristina Rosazza
Come impariamo a leggere? Il cervello poliglotta, 2017
Assunta Croce
Il cancro è una malattia del DNA, 2017

 

 

Elisabetta Castiglioni

Alberi a Verona tra App e ragazzi

La storia e l’età, lo stato di salute e le caratteristiche. Ora è possibile conoscere tutto delle piante e degli alberi monumentali di piazza Indipendenza grazie all’app sviluppata nell’ambito del Patto di Sussidiarietà, “Il mio capitale verde”. Al progetto aderiscono il Comune, l’università e Amia con un duplice obiettivo: piantare nuovi alberi in luoghi significativi della città e promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio arboreo già esistente. E se ad inizio anno sono stati piantumati 12 Ginko Biloba negli spazi dell’ex caserma Santa Marta, il progetto di valorizzazione si concretizza oggi con l’impiego dei primi Qr code in uno dei giardini storici della città.
In ciascuna scheda, leggibile sul proprio smartphone, i cittadini potranno trovare la descrizione dell’albero, la sua storia, e un breve resoconto sullo stato di salute, grazie al contributo e alla conoscenza del Settore Giardini. Amia, invece, aggiornerà la scheda con gli interventi e le potature realizzate sulla pianta; mentre l’università, oltre ad aver sviluppato l’app, effettuerà il lavoro di censimento attraverso i propri studenti.

“Abbiamo deciso di partire da piazza Indipendenza – ha spiegato l’assessore ai Giardini Marco Padovani – perché qui ci sono alcuni degli alberi più importanti di Verona. Grazie all’app e a un codice di lettura ottica che è stato posto sul fusto c’è la possibilità di conoscere le caratteristiche della pianta, mettendo a disposizione dei cittadini il patrimonio di conoscenza di cui il Settore Giardini, Amia e università dispongono. L’obiettivo è quello di allargare progressivamente la mappatura delle piante esistenti in città e dare valore al grande patrimonio naturale e arboreo di cui disponiamo, accrescendo allo stesso tempo l’attenzione verso questa nostra straordinaria ricchezza”.

Si stima che in città ci siano circa 60 mila alberi, di questi 10 mila sono stati censiti e, grazie al Patto di Sussidiarietà e alla collaborazione con gli studenti universitari, si punta ad accrescere il numero di quelli catalogati. Gli studenti coinvolti nel progetto, attraverso l’app, potranno inserire i principali dati botanici che riguardano le caratteristiche della pianta, mentre i cittadini potranno conoscerne le peculiarità semplicemente avvicinando il proprio smartphone al Qr code presente.

“Amia – ha detto il presidente Bruno Tacchella – partecipa al progetto aggiungendo alla scheda i dati dei propri interventi sugli alberi, contribuendo così alla conoscenza e al mantenimento del patrimonio verde cittadino”.

“Grazie al Patto di sussidiarietà – ha confermato Veronica Polin, presidente della Commissione Sostenibilità dell’università – il censimento non viene calato dall’alto, ma è frutto della collaborazione tra le diverse competenze di chi lo realizza”.

Hanno camminato per circa 80 mila km, pari a due volte la circonferenza della Terra. Sono i 7 mila bambini delle elementari che nel mese di ottobre sono andati a scuola a piedi, per migliorare l’ambiente in cui vivono.

Un progetto, “Facciamo strada insieme”, che ha visto, a fianco del Comune di Verona, anche sei comuni della cintura, Negrar, Pescantina, Povegliano Veronese, San Pietro in Cariano, Sommacampagna e Sona, per 49 scuole coinvolte.

Non hanno camminato invano, i piccoli scolari. A premiare il loro impegno, ben 400 alberi, assegnati in base al punteggio complessivo raggiunto. I bambini, infatti, ogni giorno dovevano rilevare la modalità con cui si recavano a scuola, se a piedi, in bici, in autobus o con l’auto. Ovviamente, l’utilizzo dei mezzi di trasporto sostenibili garantiva un punteggio maggiore.

Gli alberi sono donati dal Reparto dei Carabinieri del Centro di Biodiversità di Peri, che con il Comune collabora in diverse iniziative per sensibilizzare i giovani sui temi ambientali. Le piante verranno distribuite ai Comuni che hanno partecipato al progetto, 230 quelle che troveranno casa a Verona, 170 le piante che andranno in provincia.

Il progetto ha permesso anche di fotografare come i bambini arrivano a scuola. Nel mese di ottobre, in città il 47,6%  dei bambini inseriti nel progetto è andato a scuola a piedi, il 49,7% in auto, il 2,7% in scuolabus.

Percentuali più basse invece nei comuni limitrofi, anche in considerazione delle distanze. A Pescantina i bimbi che sono andati a scuola a piedi sono il 28,5%, a Povegliano il 39%, a Negrar il 18%, a San Pietro in Cariano il 28,5%, a Sona il 40% , a Sommacampagna il 41%.

 

Roberto Bolis (anche per la foto)

Christmas Country Fest – Natale in Serra

Laboratori di musica, cucina, arte e riciclo, ma anche letture animate, teatri delle ombre, addobbi speziati e face painting: ecco cosa può fare la fantasia unita alle magie del Natale e quanto propone Serra Madre in occasione delle prossime festività con tre fine settimana ricchi di eventi interattivi all’interno del più grande spazio bio-green della Capitale.
8-9-15-16-22 e 23 dicembre sono i giorni prescelti per le famiglie e gli appassionati per vivere insieme la dimensione natalizia in totale sinergia ed interattività: a partire dai giochi da tavolo “Boardgames” per le nuove generazioni (Fantascatti, Carcassonne, Double, Djenga, Splendor, I Coloni di Catan e molti altri) guidati da veri e proprio Play coach professionisti alle sessioni di Yoga a offerta libera, fino alla consegna delle letterine a Babbo Natale in persone ed al concerto dal vivo dei 40 elementi del Coro “Lost on Friday”, che concluderà la lunga maratona. Tra workshop di ogni tipo per bambini (con età dai 4 ai 12 anni), il tipico mercatino con prodotti artigianali ed agricoli, i food truck e la mostra dei pittori in serra con gli artisti di ARTEDEGAS, Serramadre continua, con l’edizione speciale a tema del suo caratteristico Country Fest ad offrire semplici, colorati e attivi spazi di condivisione immersi in una natura unica nel suo genere. incorniciata dalle imponenti serre e mercato con prodotti a Km zero e l’unico e primo museo degli strumenti agricoli Acro, nato da un’idea di Stefano Mangiante. Ampio parcheggio ed ingresso gratuito per tutte le attività.
PROGRAMMA
SABATO 8
ORE 11.00 “DECORAZIONI SPEZIATE!”
a cura di Alessandra De Persio e Laura Balestreri per bambini € 10
Creiamo decorazioni naturali per l’albero di Natale con le spezie profumate.
Età dai 4 anni
ORE 14.30
“GHIRLANDA NATALIZIA”
a cura di HAPPY PINGUA per bambini € 10
Ogni bambino potrà decorare la sua ghirlanda usando bacche, nastrini, campanellini e stella di Natale!
Età dai 4 anni
ORE 16.00 “ARGILLA” a cura di HAPPY PINGUA per bambini € 10
Diamo spazio alla fantasia creando fantastici oggetti con l’aiuto di mattarello e bastoncini.
Età dai 3 anni
Ore 18.00 Live music
DOMENICA 9
Ore 11.00 “MUSICA a COLORI”
a cura di Francesca Larocca per bambini € 10
Giochiamo con la musica e pittura attraverso il movimento e le emozioni.
Età 3-10 anni
Ore 14.30 “TEATRO delle OMBRE – L’Elfo GROHL ed il NATALE ” – a cura di INTROARTE per bambini €10
doppio turno
Ore 16.00 “#TEATRO delle OMBRE – L’Elfo GROHL ed il NATALE” – a cura di #INTROARTE per bambini €10
La storia originale di come un Elfo salvò il natale raccontata con il teatro delle ombre.
I bambini assisteranno alla storia e poi i personaggi prenderanno vita direttamente dalle loro mani.
Ai bambini verrà insegnato a costruire un teatro delle ombre con i suoi protagonisti usando materiali di riciclo.
Età dai 5 anni
SABATO 15
ORE 11.00 “MUSICA E GIOCO”
a cura di Francesca Larocca per bambini € 10
Giochi, canti, danze, melodie e filastrocche, strumenti e suoni secondo il metodo Orff
Fascia d’età 3-6 anni
ORE 14.30 “ADDOBBI CREATIVI”
a cura di HAPPY PINGUA per bambini €10
Dal riciclo delle buste di carta alla creazione del viso di una renna usando stoffa, cartoncino e brillantini!
Età dai 3 anni
ORE 16.00
“GHIRLANDE FUORIPORTA”
a cura di Alessandra De Persio e Laura Balestreri per bambini € 10
Costruiremo le nostre Ghirlande fuoriporta con materiali naturali.
Età dai 4 anni
Ore 18.00 Live music
DOMENICA 16
Magica presenza di Babbo Natale in Serra per raccogliere le letterine!
ORE 11.00 “Panettone e biscotti si vestono di Natale”
a cura di CLUBLAB per bambini € 10
laboratorio di decorazione con la pasta di zucchero
Età dai 6 anni.
Ore 14.30 “Alberelli in festa- laboratorio di argilla”
a cura di Rita Malizia per bambini € 10
Partiamo da un cono in argilla per far nascere e creare il nostro colorato e vivace alberello di
Natale! “Fare per capire” è alla base di questo workshop, la cui parola d’ordine è: sporchiamoci le mani!
Addobbiamo il nostro albero come più ci piace, impastando, pizzicando e modellando la creta. Gli strumenti fondamentali saranno le mani!
Età: 4-12 anni
Ore 16.00 “DecoriAmo il Natale”
a cura di Rita Malizia per bambini € 10
Angioletti, alberelli, babbo Natale, fiocchi di neve, renne, pupazzi di neve e tanto altro da appendere ai nostri alberi di Natale! Tecnica a lastre e tanta fantasia per questo laboratorio di ceramica!
Età: 4-12 anni
SABATO 22
Dalle ore 10.00 alle ore 18.00 “ANGOLO MAGICO DI CINQUESTORIE”- per bambini € 10
Libreria CinqueStorie sarà presente con i suoi Laboratori di Riciclo Creativo e Letture Animate.
Ci sono angoli ed Angoli… CinqueStorie avrà il “suo” e sarà di tutti i bimbi che amano ascoltare storie, giocare con giochi di legno, e creare con materiale di riciclo.
Insieme conosceremo … grandi meraviglie!!!
Ore 18.00 Live music
DOMENICA 23
Magica presenza di Babbo Natale in Serra per raccogliere le letterine!
Dalle ore 10.00 alle ore 18.00 “’ANGOLO MAGICO DI CINQUESTORIE”- per bambini € 10
Libreria CinqueStorie sarà presente con i suoi Laboratori di Riciclo Creativo e Letture Animate.
Perché la fantasia sa trasformare un pezzo di cartone in un albero e un tappo di plastica in un veliero capace di navigare in mare aperto.
Ore 18.00 Concerto di canti natalizi coro di 20 elementi “Lost on Friday”
Inoltre…
Tutti i giorni alle ore 11 e 17 Sessioni di yoga
SERRA MADRE
Via di Macchia Palocco 320, 00125, Roma
Aperto dal Lunedì alla Domenica 09:00 – 19:00.

Elisabetta Castiglioni

La Marcia del Giocattolo l’8 dicembre

La Marcia del Giocattolo giunge quest’anno alla sua 41^ edizione, organizzata da Associazione Straverona, patrocinata dal Comune di Verona, Assessorato allo Sport e Tempo Libero e Assessorato ai Servizi Sociali, si caratterizza per il suo impegno verso l’altro e soprattutto verso i bambini più bisognosi grazie alla collaborazione del CSV, Centro Servizi per il Volontariato, che da anni si occupa di sensibilizzare i cittadini su diverse realtà presenti sul territorio.

Quest’anno la Marcia del Giocattolo si rinnova, proponendo percorsi adatti a tutti con un’unica partenza da piazza Bra: dai runners più esperti, alle famiglie con i bambini, ai podisti più tradizionalisti. Una giornata da trascorrere in compagnia, per stare bene e fare del bene.

Fast: 10 km cronometrata, non competitiva

Con partenza alle ore 9:00, la Fast è la grande novità di quest’anno: corsa cronometrata di 10 km non competitiva su un percorso pianeggiante cittadino che si snoda tra le strade più suggestive del centro di Verona. Il percorso della 10 km vedrà i runners passare per lo Stradone San Fermo e Lungadige Bartolomeo Rubele fino ad arrivare in piazza Duomo e attraversare il suggestivo Ponte Pietra. Il percorso continua lungo Piazza Arsenale, Ponte Catena e Via Porta San Zeno, per poi arrivare in Piazza Erbe passando per Corso Castelvecchio e concludersi in Piazza Bra.

La Fast è dedicata ai runners più esperti e a tutti coloro che vogliono mettersi alla prova tendendo il tempo della propria corsa. Gli iscritti alla Fast avranno inoltre a disposizione la griglia di partenza dedicata con apertura alle ore 8:30, spogliatoi e deposito borse. Sono previsti premi per i 3 gruppi più numerosi, i primi 3 uomini e le prime 3 donne che tagliano il traguardo.

Classica: 10 o 5 Km per correre e camminare nel centro di Verona

Con partenza alle 9:05, la corsa Classica conduce i partecipanti su due percorsi differenti: quello lungo da 10 km e quello corto da 5 km. Il percorso da 10 km, per i più allenati, coincide con quello della Fast, mentre quello corto da 5 km è l’ideale per chi voglia passeggiare o correre per le vie del centro immergendosi nel clima natalizio dell’8 dicembre. I due percorsi, entrambi con partenza in Piazza Bra, coincidono nel tratto iniziale e in quello finale, dove la 5km taglia il traguardo passando per il Ponte della Vittoria.

Un’occasione per trascorrere una domenica con i propri amici e la propria famiglia, immersi nel clima natalizio di Verona durante la giornata dell’8 dicembre.

Family 1,5 Km

L’8 dicembre non sono solo i grandi a correre: alle 10:00, infatti, i bimbi dai 3 ai 10 anni, nati quindi dal 2008 al 2015, assieme alla propria famiglia faranno un percorso di 1,5 Km attorno all’Arena, con tanto divertimento e animazione. La corsa Family è pensata per trasmettere ai più piccoli i sani valori dello sport e il piacere dell’attività all’aria aperta da condividere con tutta la famiglia, i compagni di scuola, gli amici, i fratelli e le sorelle. All’arrivo ad accogliere i bambini ci saranno il coro con le canzoni natalizie, Santa Lucia e tantissimi dolci per tutti. Una giornata di festa vantaggiosa anche per andare a teatro, grazie alla collaborazione con Fondazione AIDA. Per ogni coppia genitore-figlio verrà rilasciato un voucher che permette l’ingresso a un prezzo agevolato fino a esaurimento dei biglietti in promozione, per il musical “Favole al Telefono” in scena al Teatro Nuovo il 5 gennaio. Una nuova “fiaba in musica” dedicata a tutta la famiglia, che raccoglie alcune delle più celebri favole e filastrocche di Gianni Rodari inserendole all’interno di una trama completamente originale.

Programma di solidarietà “La scuola per tutti”

Marcia del Giocattolo è un appuntamento dedicato allo sport e alla solidarietà che si caratterizza per il suo spirito di beneficienza e condivisione. Chi corre, e chi cammina, può scegliere se aderire al programma di solidarietà che vede come simbolo di questa partecipazione un braccialetto di legno Legnoland di Globo Giocattoli, da indossare durante la corsa per contribuire a regalare un sorriso ai bambini meno fortunati. L’Associazione Straverona ha una stretta collaborazione con il CSV di Verona, che ogni anno si occupa di gestire i fondi raccolti con la Marcia del Giocattolo. Anche per questa edizione l’intero ricavato dell’evento, saranno affidati al CSV e andranno a finanziare un progetto legato al coinvolgimento dei banchi alimentari della provincia e al progetto “la scuola per tutti”, programma di solidarietà pensato per fornire il materiale scolastico ai bambini delle famiglie più bisognose con la realizzazione di un corner scuola presso gli 8 Empori della Solidarietà della provincia di Verona.

Iscrizioni

Le iscrizioni online sono aperte sul sito www.marciadelgiocattoloverona.it e il costo di partecipazione varia in base al percorso scelto. Per la corsa “Fast” la quota d’iscrizione è di 15 € con cronometraggio, pacco gara e maglia tecnica a maniche lunghe. Per la corsa “Classica”, la quota d’iscrizione base è pari a 2 €, con il pacco gara 5 € e con la maglia tecnica 10 €. A queste tariffe vanno aggiunti 1 euro per i non tesserati Umv, Fiasp, Csi, Fidal. La quota “Family” equivale a 4 euro per i bambini, con un giocattolo Legnoland in omaggio, mentre per i genitori la quota è la stessa della Classica, con premi in buoni acquisto per i gruppi più numerosi. Il programma di solidarietà sarà simboleggiato dal braccialetto di legno Legnoland di Globo Giocattoli, da portare per tutta la corsa; mentre il pacco gara è composto da un pacco di biscotti Doria, un bagnodoccia Lederme – PhytoGarda da 150 ml e una scatoletta di tonno Maruzzella da 110 gr. Per la Fast e la Family, l’1 e il 2 dicembre dalle 10:00 alle 17:00, sarà possibile iscriversi presso lo Stand Straverona in piazza Bra e nel loggiato della Gran Guardia il 7 dicembre dalle 14:00 alle 17:00 e il giorno dell’evento dalle 9:00 alla partenza. Per la corsa Classica le iscrizioni sono aperte anche presso alcuni negozi sportivi ed edicole: KM Sport di Bussolengo e San Martino Buon Albergo, Decathlon di Dossobuono, Verona Runner di Bussolengo, Corsini di Via Cattaneo, Tabaccheria Patrizia Michelon in Borgo Venezia e Edicola Antonietta Valle a Verona, Edicola Nicola in Borgo Trento e Edicola Pizzoli a San Martino Buon Albergo.

I gruppi si possono iscrivere entro il 5/12 inviando una mail a iscrizioni@straverona.it con la lista degli iscritti.

Le partnership

Sono numerose le aziende che condividono i valori promossi dalla Marcia del Giocattolo e hanno così deciso di sostenere l’evento: Despar Nordest e Legnoland di Globo Giocattoli sono i main sponsor; Banca Mediolanum, Acciaierie di Verona Pittini, Doria, Funivia Malcesine – Monte Baldo sono i partner; l’auto ufficiale è AutoSilver; L’Arena, TeleArena e RadioVerona sono media partner, green partner dell’evento Amia e Acque Veronesi, mentre i fornitori ufficiali sono Pastifico Avesani, Olio Turri, Phyto Garda, Maruzzella e supporter Mastertent. L’evento è in collaborazione con Creativart.

Tutte le info sul sito http://www.marciadelgiocattoloverona.it, su facebook alla pagina di Straverona (facebook.com/straverona), sull’evento facebook dedicato alla  41^ Marcia del Giocattolo o telefonando al numero 3404735425.

 

Sara Ballin

 

La rassegna dei presepi in Gran Guardia, a Verona

La 35ª edizione della Rassegna “Presepi dal Mondo” sarà visitabile fino a domenica 20 gennaio 2019. Per la prima volta, visti i lavori di restauro in corso nell’anfiteatro romano, la mostra sarà allestita in Gran Guardia, negli spazi della buvette e del loggiato antistante.

Hanno presentato la rassegna dei presepi il sindaco Federico Sboarina con gli assessori ai Lavori pubblici Luca Zanotto e alle Manifestazione Filippo Rando; presenti Alfredo Troisi segretario generale e Giorgio Pasqua di Bisceglie presidente di Verona per l’Arena, il vicepresidente della Provincia David Di Michele, mons. Giancarlo Grandis per la Diocesi, Marco Cappelletti di Agsm, Lorenza Callegarin di Intesa – San Paolo, Paolo Smizzer del Banco Bpm e Gianni Curti di Verona 83.

“Quella di quest’anno – ha sottolineato il sindaco Sboarina – è una straordinaria prima volta, una soluzione cui abbiamo lavorato per parecchio tempo in modo da garantire la realizzazione dei lavori di restauro in Arena. Ringrazio il curatore della mostra Troisi per la collaborazione nel risolvere il problema del cambio degli spazi espositivi. Sono sicuro che questa edizione rappresenterà una bellissima novità perché è ospitata nel nostro palazzo più prestigioso e perché sarà mantenuto forte il legame con la grande stella di Natale di piazza Bra. Presepi e stella continueranno ad essere il simbolo e l’immagine natalizia di Verona anche nel futuro”.

Il curatore della mostra Alfredo Troisi ha sottolineato: “Anche quest’anno la rassegna sorprenderà i visitatori e continuerà a mantenere la stessa spettacolarità grazie agli allestimenti particolarmente curati e alla ricca esposizione di presepi ed opere d’arte ispirate al tema della natività”.

La mostra ospita 400 presepi provenienti da musei, collezioni, maestri presepisti e appassionati di tutto il mondo e offre un quadro artistico completo della tradizione presepistica internazionale con il suo messaggio di tolleranza tra popoli di culture diverse. Con le sue natività l’esposizione è nel Guinness dei primati, così come lo il suo simbolo cioè la stella cometa, ideata da Alfredo Troisi e progettata da Rinaldo Olivieri, che brilla in piazza Bra.

“Il legame con la piazza e con l’Arena – ha detto l’assessore Zanotto – rimane forte. L’intervento di restauro dell’anfiteatro ci ha imposto di cambiare location alla rassegna, ma abbiamo deciso di mantenere la biglietteria della mostra nello stesso arcovolo di sempre, in modo che siano costanti i riferimenti per visitatori e turisti e che sia mantenuto lo storico vincolo della mostra con l’Arena”.

“Sono sicuro – ha ribadito l’assessore Rando – che questa sarà una edizione di grande successo anche grazie alle novità che la caratterizzano. La nuova location è appropriata per una rassegna di così grande prestigio e permetterà di godere al meglio delle molte opere esposte”.

 

Roberto Bolis