Ricco programma di eventi in Marmolada

 

La Regina delle Dolomiti è pronta a dare il via alla stagione invernale 2018/2019 con un ricco programma di eventi. Nonostante l’apertura degli impianti di risalita sia stata posticipata al 12 dicembre, neve permettendo, già a partire dal weekend dell’Immacolata la Marmolada offrirà ai suoi ospiti numerose proposte coinvolgenti per scoprire l’arte e la cultura della Val Pettorina.
Quello delle festività natalizie è sicuramente il periodo più suggestivo per visitare i caratteristici paesini ai piedi della Marmolada: Rocca Pietore, a cui il Touring Club Italiano ha recentemente assegnato la Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale che certifica le località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire anche un’accoglienza di qualità, e Sottoguda, uno dei Borghi più Belli d’Italia dove il tempo sembra essersi fermato e, camminando tra gli antichi tabiè, gli stretti vicoli e le botteghe artigiane del centro, si può respirare un’atmosfera davvero magica.

Ecco gli appuntamenti da non perdere:

DAL 6 DICEMBRE 2018 AL 6 GENNAIO 2019 EL CIANTON DE NADEL

Percorso alla scoperta della creatività degli abitanti del Comune di Rocca Pietore nell’elaborare addobbi in tema natalizio all’esterno delle proprie abitazioni. Mappa e volantino presso l’ufficio turistico di Sottoguda.
DAL 12 DICEMBRE 2018 AL 7 APRILE 2019 VISITE GUIDATE AL MUSEO MARMOLADA GRANDE GUERRA 3000 M

Torna anche per l’inverno 2018 l’appuntamento con le visite guidate gratuite al Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m, facilmente raggiungibile in funivia da Malga Ciapela. Obbligatoria la prenotazione al 334 6794461.
Per maggiori informazioni: Funivie Marmolada

15 DICEMBRE 2018 CONCERTO DI NATALE

Speciale esibizione del Coro Femminile Col di Lana insieme al Coro Val Biois presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maddalena a Rocca Pietore. Inizio alle ore 20:45. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle associazioni di volontariato del Comune di Rocca Pietore.

Per maggiori informazioni: Consorzio Turistico Marmolada

DAL 23 AL 30 DICEMBRE 2018 NATALE NEI FIENILI

Esposizione e vendita di prodotti tipici in una location a dir poco originale che vi farà respirare appieno l’atmosfera natalizia: i tipici fienili di Sottoguda – uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Per maggiori informazioni: Consorzio Turistico Marmolada

 

ATC (anche per la foto)

Stagione invernale salva a San Pellegrino e Marmolada

piste Alleghe

Anche se l’allarme maltempo non è ancora cessato, nel territorio del Consorzio Turistico Dolomiti Stars c’è già una certezza: la stagione invernale non è a rischio.

Gli impianti di risalita e le piste dei comprensori sciistici Civetta, Falcade-San Pellegrino e Arabba-Marmolada hanno subito danni di minima entità, come piccoli smottamenti e frane, tutti risolvibili in tempo utile a consentire l’avvio della stagione invernale come da programma. E anche le strutture ricettive parzialmente danneggiate torneranno pienamente efficienti entro poche settimane, pronte ad accogliere i turisti che sceglieranno le Dolomiti bellunesi per trascorrere le loro vacanze sulla neve.

ripristino pista La-Volata, San Pellegrino

 “Stiamo affrontando una situazione di grande emergenza, come ampiamente documentato dai giornali e telegiornali nei giorni scorsi, ma l’avvio della stagione sciistica non è mai stato messo in dubbio” afferma il presidente Sergio Pra. “Abbiamo già attivato un efficiente sistema di ripristino e sia i consorzi impiantistici che gli albergatori stanno lavorando a pieno ritmo, con caparbietà e tenacia, per riportare tutto alla normalità. Anche il costante lavoro di messa in sicurezza e manutenzione fatto negli anni dalle società impianti ha consentito di limitare i danni. La reazione è stata forte e tempestiva, posso dunque garantire che i nostri ospiti avranno a disposizione tutti i servizi che da sempre vengono offerti nelle nostre località sciistiche”.

 

ATC (anche per le foto)

Evviva il Rosa! La Marmolada festeggia la Giornata Internazionale della Donna

funivia_marmoladaAi piedi del versante meridionale della Marmolada si estende, con i suoi borghi pittoreschi e il suggestivo canyon naturale dei Serrai di Sottoguda, l’incantevole Val Pettorina, una terra ricca di miti e leggende che hanno come protagoniste figure femminili di indubbio fascino.

Dalle ondine del Lèch dai Giaia che trasformarono per punizione un giovane in una sorgente di acqua cristallina, alla Donaza, strega cattiva che dimorava in una caverna del Col da le Laste, sopra la gola dei Serrai, e che, puntualmente, la sera della vigilia dell’Epifania, scendeva fino a Sottoguda, cercando di penetrare nelle case, per rapire i bambini e divorarli. Dalla novella burlesca della moglie che ne faceva passare di tutti i colori al marito con la sua ingenua sbadataggine, per poi diventare la fortuna della famiglia, alla Damigella di Frata che profetizzò il ritrovamento di un grande tesoro.

La Festa della Donna in Marmolada sarà dedicata alla riscoperta di queste e altre storie tramandate di generazione in generazione, prima oralmente e poi per iscritto. Per saperne di più basterà salire con la funivia Move To The Top fino al bar-ristorante Serauta e lasciarsi trasportare dalla fantasia nel vasto patrimonio mitologico e leggendario delle Dolomiti Bellunesi.

Inoltre, le prime 100 donne, sciatrici e non, che la giornata dell’8 marzo si presenteranno alla partenza degli impianti di risalita di Malga Ciapela riceveranno un dolce omaggio rosa.

ATC

Si apre la stagione sciistica in Marmolada

funivia_marmolada-8-dicembreL’attesa sta per finire: per il Ponte dell’Immacolata, tradizionalmente considerato come il weekend lungo che dà il benvenuto all’inverno in montagna, sarà in funzione la funivia della Marmolada, l’impianto di risalita che partendo da Malga Ciapela sale in cima alla Regina delle Dolomiti, a quota 3.265 metri, consentendo agli sciatori di accedere alla stazione sciistica più elevata del Dolomiti Superski e alla pista più lunga delle Dolomiti, La Bellunese, una discesa che si sviluppa per 12 km tra paesaggi ricchi di fascino e suggestione.

Da giovedì 8 dicembre sarà aperto anche il collegamento con la zona di Arabba e lo ski tour del Sellaronda, spettacolare giro sciistico intorno al grande massiccio del Sella, di cui la Marmolada rappresenta un importante punto di accesso. La distanza complessiva è di circa 40 km, dei quali 26 km sono piste da sci che possono essere agevolmente affrontate da sciatori di media capacità. L’itinerario ideale per una giornata di sci e divertimento.

pista-la-bellunese-8-dicembre

La Marmolada ha molto da offrire anche a chi non scia. Usufruendo della funivia si può salire alla terrazza panoramica di Punta Rocca e alla grotta-cappella, simbolo di pace, che ospita la statua della Madonna donata e consacrata da Giovanni Paolo II, per poi scendere alla stazione di Serauta, e visitare il museo più alto d’Europa, Marmolada Grande Guerra 3000 m, che ripercorre i momenti salienti che hanno caratterizzato i combattimenti sulla Marmolada durante la Prima Guerra Mondiale mettendo al centro dell’esposizione e del racconto il sentito, la paura e il vissuto dell’uomo-soldato, senza distinzioni di nazionalità e bandiere. Per pranzare restando in quota c’è il ristorante di Serauta mentre il bar di Malga Ciapela costituisce un’ottima soluzio ne per uno spuntino veloce.

 

sottoguda-8-dicembre

In alternativa, per respirare l’aria buona di montagna e rilassarsi nell’atmosfera ovattata della neve, si possono fare delle belle passeggiate tra i boschi di Malga Ciapela e nell’antico e pittoresco paesino di Sottoguda, appena entrato nell’élite dei “Borghi più belli d’Italia”, dove il tempo sembra essersi fermato, tra stradine strette in pietra, case in legno e botteghe artigiane, e la vita scorre lenta come le acque del torrente Pettorina lungo la famosa Gola dei Serrai che unisce l’abitato di Sottoguda a Malga Ciapela. Un canyon naturale di circa 2.5 km, meraviglia unica nel suo genere nell’area delle Dolomiti e per questo divenuta riserva naturale protetta.

 

Francesca (anche per le foto)

 

La Marmolada tra sport e natura

I011455-mtb_Marmolada

La Marmolada e la Val Pettorina sono la meta ideale per una vacanza di sport e divertimento a tutte le età. Da Malga Ciapela si può salire in funivia a Serauta e Punta Rocca per scoprire il territorio dall’alto per poi avventurarsi in meravigliose escursioni in quota o lungo i sentieri che partono dal fondovalle. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, ecco qualche idea per gli appassionati di trekking, mountain bike e arrampicata su roccia.

Trekking – LA ZONA MONUMENTALE SACRA

Giunti in funivia alla stazione intermedia di Serauta, sede del museo MARMOLADA GRANDE GUERRA 3000 m, si scende brevemente alla sottostante zona monumentale Sacra, dove è presente un cartello esplicativo con la pianta del percorso che si articola lungo uno stretto sentiero sul versante sud-est della Punta Serauta, ben tracciato e segnalato, nonché agevolato con una fune metallica nei passaggi più stretti ed esposti. Lungo i camminamenti si possono vedere la caverna del posto di comando, l’osservatorio, l’infermeria e la stazione della teleferica.

La visita richiede circa 2 ore, e il percorso non presenta particolari difficoltà, sebbene sia tutto su sentiero roccioso ed in alcuni punti piuttosto esposto e attrezzato con funi di acciaio. Per raggiungere la cresta e l’ultima caverna si consiglia l’utilizzo d’imbrago, cordino e moschettoni.

I011456-zona-sacra-Serauta

Trekking – RIFUGIO O. FALIER (Val Ombretta)

Escursione di circa 4 ore, attraverso la Val Ombretta, una delle valli più belle della Marmolada, con stupenda vista sulla parete sud-ovest della Regina delle Dolomiti. Il punto di partenza è dal parcheggio di Malga Ciapela. Il sentiero inizialmente presenta una certa pendenza ma poi si fa più lieve e regolare. Arrivati ad un bivio che, a sinistra porta in Val di Franzedaz, si continua sulla destra per giungere in breve tempo, all’imbocco della Valle Ombretta. Qui la mulattiera termina e si continua su un sentiero ben visibile che, passando attraverso le casere della Malga Ombretta (1904 m), si alza lievemente in costa per giungere in circa 40 minuti al Rifugio Onorio Falier. Nei pressi del rifugio si possono vedere alcuni resti di gallerie risalenti alla Grande Guerra, quando il rifugio fu requisito dall’esercito italiano per le eroiche operazioni militari sulla Marmolada.

Mountain bike – GIRO DELLA MARMOLADA

Itinerario molto impegnativo, ma altrettanto interessante dal punto di vista paesaggistico e naturalistico. Si sviluppa su circa 90 chilometri fra strada asfaltata, pista ciclabile e sentieri lungo la Val Pettorina, il Passo Fedaia, la Val di Fassa, il Passo San Pellegrino. Partenza e arrivo a Malga Ciapela.

Arrampicata su roccia – FALESIA DI LASTE

La Falesia di Laste si trova a Rocca Pietore ed è caratterizzata da enormi massi ciclopici di calcare della Marmolada, dei quali il più grande è il Sass de Rocia mentre il secondo in dimensioni è il Sass della Murada affacciato sulla Val Cordevole. Difficoltà dal 6a fino all’8b.

ATC

 

Parole ghiaccianti in Marmolada

I011345-Marmolada_museo-Grande-GuerraLa Città di Ghiaccio si scioglie in versi. Da sabato 16 luglio fino a domenica 9 settembre 2016 nei luoghi più emblematici della Marmolada prenderà forma uno straordinario itinerario di parole, frammenti di poesie, metafore dei pensieri e dei sentimenti di coloro che hanno vissuto, e purtroppo vivono ancora oggi, la tragedia della guerra.

Parole Ghiaccianti, questo il titolo della mostra, perché come la guerra anche la parola è un’arma: esplode, spara, brucia, ferisce e a volte uccide. E proprio con le parole si è voluto dare vita ad un’emozionante viaggio di memorie e sensazioni, versi come segnali, schegge, frammenti di un tutto, che raccontano di sofferenza e paura, speranza e fratellanza.

Parole e versi di autori e poeti, gente “del posto” e gente lontana. Contenuti scritti in varie lingue a ricordare che la guerra è una minaccia alla libertà di tutti i popoli.

Una mostra open air che costituisce anche una sorta di prefazione alla visita del museo Marmolada Grande Guerra 3000 m situato all’interno della stazione di arrivo della funivia a Serauta, a pochi passi dalla Zona Monumentale Sacra dove migliaia di soldati italiani e austro-ungarici si affrontarono in condizioni climatiche proibitive e vicino alla leggendaria Città di Ghiaccio scavata nella roccia e nel ghiaccio della Marmolada.

U.S.

(in fotografia, il Museo della Grande Guerra della Marmolada; immagine fornitaci con l’articolo)

La Sbriseda

I010951-Sbriseda

Sabato 2 aprile 2016 in Marmolada avrà luogo La Sbriseda, manifestazione dal gusto “vintage” sulle orme del Tenente austriaco Richard Löschner che nel 1913 effettuò la prima discesa con gli sci norvegesi sulla nord della Regina delle Dolomiti, Patrimonio Naturale Unesco.

L’appuntamento è alle ore 8.30 sul piazzale della Funivia Marmolada #MoveToTheTop a Malga Ciapèla, si sale fino a Punta Rocca per poi scendere con abiti storici, sci di legno e scarponi di cuoio rigorosamente antecedenti il 1989 lungo La Bellunese, la pista più lunga di tutto il Dolomiti Superski, 12 km di pure emozioni per un dislivello di 1823 metri e un panorama mozzafiato, sospesi tra roccia e cielo.

I010953-Sbriseda1

Alle 10.00 è prevista la visita del Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m alla stazione funiviaria di Serauta, mentre alle 11.30 pit-stop all’osteria Rilancio. Seguiranno la pausa pranzo al Rifugio Padon verso le 13.00 con polenta e pastin e alle 15.00 la Vintage Ski Competition, sempre sulla Bellunese, dai 3265 metri di Punta Rocca ai 1450 metri di Malga Ciapela.

Durante la discesa, gli sciatori potranno fermarsi nei vari rifugi che incontrano lungo la pista per spuntini con prodotti tipici. Alla fine della competizione ci sarà un Vintage Après Ski con premiazione presso il rifugio Tabìà.

Il costo di iscrizione è di 30 € e comprende skipass, pranzo e gadget.

 

U.S.