Un salto nel nullo! Il festival estivo del Centro Teatrale Bresciano

Dopo tre estati di progetti teatrali dedicati alla memoria e alla storia di Brescia e alla riscoperta di luoghi e palazzi del centro storico, per l’estate 2018 il CTB Centro Teatrale Bresciano esce dai confini delle mura venete e dà avvio a un festival di teatro e musica nel nuovo spazio all’aperto della traversa di via Milano via Francesco Nullo.

Ecco dunque Un salto nel nullo! la rassegna che dal 26 giugno all’8 luglio 2018 riunirà molti nomi noti del panorama teatrale e musicale italiano, per dare vita a un cartellone di altissimo profilo artistico che vuole essere un contributo – nell’ambito del progetto voluto dal Comune di Brescia Oltre la strada – alla valorizzazione e riqualificazione di una zona della città che può diventare un nuovo punto focale di attività artistica, oltreché di aggregazione sociale e comunitaria, sostenuto dal progetto di rilancio urbanistico dell’intera area di via Milano.

Una nuova sfida per il CTB che per questa prima edizione del festival presenta – insieme a Corvino Produzioni – la sua produzione Dio ride(Nish koshe)che avrà per protagonista tutto il carisma di un artista come MoniOvadia, nelle serate conclusive del festivaldivenerdì 6, sabato 7 e domenica 8 luglio. L’urgenza di alcune tematiche, nella riscrittura di questo suo storico spettacolo, viene raccontata unendo la narrazione alla musica dal vivodella MoniOvadiaStage Orchestracomposta da Maurizio Dehò (violino), Luca Garlaschelli (contrabbasso), Albert Florian Mihai (fisarmonica), Paolo Rocca (clarinetto) e Marian Serban (cymbalon).Uno spettacolo in cui sei vagabondi, cinque musicanti e un narratore di nome SimkhaRabinovich, ci parlano delle storie di quel popolo esiliato, fatto di comunità grandi e piccole, disperse – il popolo ebraico.Cantandone le canzoni, tristi e allegre, luttuose e nostalgiche, emerge tutta la vertiginosa spiritualità di un popolo sospeso fra cielo e terra, in permanente attesa.

L’apertura del festival Un salto nel nullo!è però affidata, martedì 26 giugno,alla compagnia“I sacchi di sabbia” e Massimiliano Civicacon lo spettacolo Dialoghi degli dei, per laregia di Massimiliano Civica e con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Iliano, Giulia Solano. Una gustosa raccolta su vizi e trasgressioni degli abitanti dell’Olimpo,scritti da Luciano Di Samosata nel II secolo D.C, questi dialoghiraccontano di come, atterrati in una classe di un ginnasio, gli immortali diventino oggetto concreto delle spietate interrogazioni con cui un’austera insegnante tormenta due suoi allievi. Seduti ai loro banchi, interrogati su tresche e divine malefatte, i due studenti sperimentano sulla propria pelle le ingiustizie della scuola, preludio alle future ingiustizie della vita.

È poi la volta di Stories, concerto della raffinata cantautricePatrizia Laquidara, che giovedì 28 giugnosarà sul palco insieme aDaniele Santimone (chitarra e cavaquinho)ed Enrico Terragnoli (chitarra e basso). Siciliana di nascita e veneta d’adozione, Patrizia Laquidara è una tra le figure più inafferrabili, poliedriche e brillanti della nuova musica d’autore. Stories è un concerto-reading dove il canto, semplice, profondo e narrativo di Laquidarasi lega alle storie da lei scritte e svelate. Piccole storie autobiografiche, frammenti di esperienze e racconti di vita dove l’irrompere del magico, “dell’oltre” nel quotidiano, è visto con gli occhi dell’infanzia.

Ancora un concerto, sabato 30 giugno, con il cantautore Alessandro Sipolo che proporrà il suo progetto Canzoni per la strada, insieme aOmar Ghazouli (chitarra elettrica), Alberto Venturini (batteria),Emanuele Agosti (basso), Luigi Rizzo (fisarmonica), Paolo Malacarne (tromba). Dopo una tournée internazionale, il cantautore bresciano torna nella propria città con un concerto di brani tratti dagli album “Eppur bisogna andare” (2013) ed “Eresie” (2015), insieme a canzoni inedite che anticipano il nuovo disco. Ospite speciale della serata sarà il cantautore e scrittore Alan Zamboni.

Ci riporta al teatro Passione, di e con Laura Curino, Roberto Tarasco (che cura anche la regia) e Gabriele Vacislunedì 2 luglio. Dai condomìni della cintura torinese, dove la rapida immigrazione del dopoguerra mescolava dialetti e abitudini in quella che sarebbe diventata l’Italia di oggi, Passione racconta della scoperta del teatro e del progressivo raffinamento di una vocazione. Un amore per la recitazione nato una sera andando a vedere uno spettacolo; una passione che diventa anche la via di salvezza per la protagonista, una possibilità di riscatto da un destino che sembra già stabilito… uno spettacolo comico e malinconico sul potere di trasformazione umana e sociale del teatro, affidato alla straordinaria bravura di una delle più grandi attrici del teatro di narrazione in Italia.

Infine, mercoledì 4 luglio, Un salto nel Nullo! ospiterà Elisabetta Pozzi nel ruolo di regista e interprete dello spettacolo Cassandra, una produzione Fondazione Teatro Due di Parma, con il contributo di Massimo Fini. Un monologo che racconta la storia di Cassandra, inascoltata veggente troiana, rivelandone tutta la straordinaria modernità. In un vertiginoso intreccio di sguardi tra passato, presente e futuro, le parole degli antichi (Omero, Euripide, Eschilo e Seneca) si mescolano ai testi di grandi autori contemporanei – da Christa Wolf a Wislawa Szymborska, da GhiannisRitsos a Pasolini – e dialogano con una raffinatissima partitura sonora e musicale ideata da Daniele D’angelo. Uno spettacolo profondo, politico e visionario.

Un programma ricchissimo per questa prima edizione di Un salto nel nullo!. Un’occasione unica di partecipazione in cui il teatro e la musica diventano i protagonisti di una nuova zona della città, nella speranza che – anche grazie a questo festival targato CTB -via Nullo diventi per i bresciani uno dei molti luoghi di cultura vivaci e partecipati.

Per ogni sera di spettacolo è previsto un servizio gratuito navetta per raggiungere lo spazio del festival, con partenze alle ore 20.45 da Largo Torrelunga e alle ore 21.00 da Piazzale Cesare Battisti; al termine degli spettacoli, la navetta sarà disponibile per la corsa di ritorno. La prenotazione del posto sulla navetta è obbligatoria e va effettuata presso gli uffici CTB telefonando al numero 030 2928617. Il servizio navetta è realizzato in collaborazione con Brescia Mobilità.

Nelle sere di programmazione, inoltre, a partire dalle 19.30, il Bistrò Popolare allestirà presso l’area del festival uno stand per aperitivi e cene prima dello spettacolo; un’iniziativa realizzata in collaborazione con Cooperativa la Rete.

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.30.

Il festival si svolge all’aperto. In caso di pioggia l’organizzazione si riserva di comunicare le modalità di recupero degli eventi in programma.

V.

One thought on “Un salto nel nullo! Il festival estivo del Centro Teatrale Bresciano

  1. Emanuela ha detto:

    Grazie per le informazioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.