Prima di “Hanjo” di Marcello Panni, opera ispirata a un testo di Mishima

Marcello PanniPrima assoluta della nuova versione di “Hanjo”, opera in un atto di Marcello Panni, ispirata a un lavoro di Yukio Mishima, che a sua volta si era ispirato a un dramma del teatro Nō giapponese, molto conosciuto in Giappone: avrà la direzione d’orchestra di Carlo Boccadoro e la regia di Cesare Scarton e sarà rappresentata mercoledì 6 aprile alle 18.00 all’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Roma “Tor Vergata” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione dell’Associazione Roma Sinfonietta.

La prima versione di Hanjo è andata in scena nel 1994 con la regia di Bob Wilson al Maggio Musicale Fiorentino (Teatro alla Pergola) ed è stata ripresa nel 1995 in Francia.

Con  questa nuova versione del 2016, Marcello Panni ha inteso riportare l’opera al carattere sobrio ed essenziale del teatro Nō. Senza cambiare nemmeno una nota alla linea vocale, ha riscritto l’orchestrazione, riducendola ad un piccolo ensemble di soli sei esecutori, collocati sulla scena o a lato dei cantanti. Nella stessa direzione di consonanza con lo spirito originario del teatro giapponese va il semplice ma suggestivo allestimento scenico, con la regia perfettamente calibrata di Cesare Scarton e le eleganti scene disegnate da Isabella Ducrot.

Il testo di Yukio Mishima è imperniato su una donna in attesa  del suo amante scomparso. Questa storia di una giovane geisha che impazzisce nell’attesa del ritorno del suo uomo non può non ricordare agli amanti del melodramma la Madama Butterfly  di Puccini, ben nota anche a Mishima, che però la ha modificata profondamente e attualizzata con l’inserimento di un’equivoca pittrice, protettrice e innamorata della geisha.

I tre interpreti sono il soprano Sabrina Cortese nelle vesti della giovane geisha Hanako, il contralto Martina Belli in quelle di Jitsuko,  pittrice nubile di mezza età, e il basso Antonio Pirozzi in quelle del giovane amante Yoshio.

L’Ensemble Musica d’Oggi è diretto da Carlo Boccadoro, direttore d’orchestra e compositore (nonché scrittore e poeta, pubblicato da Einaudi) tra i più noti ed attivi in campo nazionale e internazionale. Le sue composizioni sono eseguite in Europa, America ed Asia da illustri orchestre quali la Filarmonica della Scala e il Gewandhaus di Lipsia e in sale prestigiose. A Milano ha fondato e dirige Sentieri Selvaggi, un gruppo strumentale che svolge una propria stagione concertistica dedicata alla musica contemporanea.

Una collaborazione tra Roma Sinfonietta, Università Roma 2, Istituto di Cultura Giapponese, Nuova Consonanza e Università Roma 3.

 

Mauro Mariani

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.