Festival “Non c’è differenza” alla seconda edizione a Verona

Si terrà dal 27 novembre al 2 dicembre la seconda edizione del Festival “Non c’è differenza”, realizzato dal Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio, con il patrocinio di Comune e Provincia, in collaborazione con Agsm, Banca Popolare e 1^ Circoscrizione. L’iniziativa è stata presentata dal consigliere comunale incaricato alla Cultura Antonia Pavesi. Presenti Luciano Zampieri della 1^ Circoscrizione, Giovanna e Isabella Caserta del Teatro Scientifico, Stefano Semolini della Banca Popolare e Nicoletta Ferrari di Dismappa. “Un’iniziativa importante – ha detto Pavesi – per parlare soprattutto ai giovani di uguaglianza. Per questo ringrazio il Teatro Scientifico che per il secondo anno ha realizzato un festival che sarà anche occasione di riflessione e interscambio di informazioni ed esperienze”.

Il programma prevede per il 27 novembre, a Santa Maria in Chiavica, alle ore 11 il laboratorio tattilo-braille gratuito per bambini, realizzato in collaborazione con l’Unione italiana ciechi e ipovedenti; alle ore 17 il reading “Monna Lisa e il velo”, racconto di Michela Pezzani tradotto in contemporanea da un interprete della lingua dei segni; alle ore 17.15 l’inaugurazione della mostra dello scultore Felice Tagliaferri e a seguire un momento conviviale.

Il 28 novembre, al Teatro Laboratorio, si terrà alle ore 17 la tavola rotonda “La disabilità vista e vissuta dalle donne” con Nicoletta Ferrari (Dismappa), Alessandra Marigonda (LIS), Lucia Dal Negro (ideatrice del progetto Voilà – De-LAB), Roberta Mancini (Presidente Unione Ciechi Verona), Serena Marchi (autrice di “Madri, comunque”), Francesca Marchi (mamma su carrozzina) e il moderatore Franco Guidoni. A seguire momento conviviale e “Disbattiti” con Luca Pighi, batterista e percussionista, che animerà i ritratti fotografici femminili realizzati negli ultimi anni da Nicoletta Ferrari per il progetto Dismappa.

Il 29 novembre, sempre al Teatro Laboratorio, dalle 15.30 alle 18 si terrà il laboratorio per bambini “Frankenstein. La Fabbrica dei mostri” per accompagnare i più piccoli alla scoperta e all’accettazione della diversità. Seguiranno alle ore 18.30 la proiezione di cortometraggi sul tema della differenza, un momento conviviale e alle 20 la visione di “Due volte genitori”.

Il Festival si concluderà il 2 dicembre, alle ore 21 sempre al Teatro Laboratorio, con lo spettacolo “L’essenza di Caino. Canto d’amore alla follia” di Alessandro Garzella, portato in scena dalla compagnia Animali Celesti/Teatro d’Arte Civile. L’ingresso ai vari eventi è di 1 euro, tranne per lo spettacolo di chiusura del festival.

 

Roberto Bolis

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.