Laudetur. Festival musicale tra spiritualità e misticismo a Siena

Dopo il grande successo della passata edizione, torna anche quest’anno LAUDETUR, il prestigioso appuntamento musicale organizzato in una delle più importanti città al mondo dal punto di vista culturale ed artistico.

Promosso dall’Opera Metropolitana di Siena con la collaborazione di Imarts e Opera Gruppo CIVITA, LAUDETUR presenta anche quest’anno un calendario prestigioso con proposte musicali eterogenee, che spaziano dalla musica più propriamente sacra, a quella di matrice più trascendentale e contemplativa, al repertorio della tradizione più classica. Il programma del Festival si articolerà in quattro straordinari concerti programmati da maggio a novembre ospitati in Piazza del Duomo e all’interno della cattedrale.

Dopo l’apertura di ieri con il concerto del gruppo The Sixteen – Harry Christophers, si proseguirà l’11 giugno con il concerto del compositore fiammingo WIM MERTENS che eseguirà, all’interno del Duomo senese, alcune delle sue composizioni da Jeremiades (1988) a Charaktersketch (2015), in un recital per pianoforte e voce durante il quale dialogherà con il suo strumento utilizzando un suo personalissimo “linguaggio” vocale, un inusuale canto in falsetto fatto di suoni e non di parole. Tra i musicisti d’avanguardia più apprezzati nella scena internazionale, Mertens ha spinto la propria ricerca fino a creare un linguaggio musicale assolutamente personale, coniando una nuova forma di minimalismo, meno rigido e più emotivo. Una musica colta ed accessibile, al tempo stesso.

E invece il 15 luglio 2015 il concerto di GIOVANNI ALLEVI & ORCHESTRA SINFONICA ITALIANA che si esibirà in Amor Sacro sotto il Facciatone del Duomo Nuovo. Considerato uno dei protagonisti della musica classica contemporanea, il giovane maestro marchigiano è in grado di coinvolgere il grande pubblico attraverso un linguaggio colto ed emozionale fondato su un mix perfetto di tradizione e nuove intensità ritmiche e melodiche. L’Orchestra Sinfonica Italiana nasce in seno all’Orchestra Sinfonica di Massa e Carrara grazie alla fusione delle esperienze classiche e liriche di alcuni tra i migliori strumentisti italiani provenienti da importanti teatri nazionali tra cui il Carlo Felice di Genova, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra della Toscana, la Fondazione Toscanini di Parma.

Il festival si concluderà il 18 novembre nella Cattedrale di Siena con il concerto del più grande clavicembalista e organista dei nostri tempi TON KOOPMAN, in trio con TINI MATHOT e il baritono KLAUS MERTENS. In programma musiche di Händel, Bach, Mozart e Hyden.

Quattro concerti di prim’ordine per un festival come LAUDETUR che unisce la musica del passato con quella del presente e invita alla riflessione e alla ricerca interiore.

I quattro appuntamenti inizieranno tutti alle ore 21.00. L’ingresso per i concerti nella Cattedrale sarà gratuito mentre per il concerto di Giovanni Allevi è previsto un biglietto a pagamento.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.