“Ilmondoarovescio” di Eurasia

«Eurasia ricorda un immenso patrimonio culturale che sentiamo nostro, per Noi dar modo a questi diversi mondi di coesistere e cooperare non è solo un punto di arrivo ma anche di partenza. Nel nostro dialogo musicale, senza dubbio l’ascolto reciproco è il più importante tra i molti fattori che interagiscono. Per noi il processo compositivo non parte da un’interpretazione di un genere, ma dal plasmare idee, spesso spunti presi da nostre improvvisazioni, alle quali ci dedichiamo sovente. Sono le idee stesse a suggerirci quale sarà il “mondo” del brano».

Un nome come Eurasia e un titolo come Ilmondoarovescio sono piuttosto espliciti: il quintetto piemontese debutta con un album che punta subito, senza mezze misure e senza indecisioni, ad esplorare ambienti sonori e culturali solo apparentemente inconciliabili, reggendosi così su un dialogo creativo ed incessante, tra improvvisazione e scrittura, idee e live in studioIlmondoarovescio è pubblicato da Banksville Records, etichetta inglese del gruppo Pkmp Communication Ltd, distribuita da Audioglobe ed esclusivista della tecnologia Rewave System.

Ilmondoarovescio è il punto di arrivo di un itinerario all’insegna dell’amore per il progressive e il rock-jazz anni ’70, sia  italiano che straniero: un amore che accomuna i cinque membri, di diverse estrazioni ed esperienze musicali. Nato dalle ceneri dei Cometa Rossa e ribattezzato Eurasia, il gruppo è l’ideale luogo d’incontro tra i gusti, gli ascolti e le pratiche musicali dei cinque, ognuno con la propria storia: Moreno Delsignore è il vocalist storico degli Scomunica, tra le più importanti band di rock italiano degli anni ’90; Simone Torriano ha una lunga esperienza in campo jazz come pianista ed è docente di musica; Paolo Cagnoni è un bassista versatile e di grande affidabilità, attivo in vari campi, dal folk irlandese al metal; Diego Marzi proviene dalla scuola batteristica del grande Enrico Lucchini e tra le varie esperienze ha fondato i folleggianti S.A.D.O.; Marco Cavallo è un chitarrista di lungo corso e di provenienza hard-rock, attivo nei Dreams Of Glory e poi dedicatosi al jazz e alla fusion.

«Delle nostre precedenti esperienze rimane ben poco negli Eurasia, anche perché Scomunica e Dreams Of Glory fanno parte di epoche temporalmente e musicalmente lontane; S.A.D.O. è forse l’unico progetto che può avere come punto di collegamento l’aspetto improvvisativo nella composizione. Abbiamo scelto i testi in italiano senza l’intenzione di creare un concept: il filo conduttore si è manifestato naturalmente man mano che prendeva forma il disco, che presenta una serie di punti di vista, con un sottinteso invito a interpretare i messaggi contenuti nei brani». L’insieme di queste varie inclinazioni musicali, la fusione dei mondi sonori che ognuno dei cinque incarna, il comune amore per la musica degli anni ’60 e ’70 ha prodotto Ilmondoarovescio: dieci brani cantati in italiano che sfidano la collocazione in generi e evocano suoni, atmosfere e sapori prog-rock, jazz-rock e reminiscenze della scena di Canterbury.

Un ottimo disco di rock all’italiana da parte di un quintetto abile e dinamico, all’occorrenza rinforzato da vari ospiti: gli amanti di Area, Arti & Mestieri, la PFM dell’epoca di Bernardo Lanzetti o di certi Picchio Dal Pozzo e Roberto Colombo potranno trovare atmosfere familiari nel debutto degli Eurasia.

Eurasia:

Moreno Delsignore: voce e cori

Marco Cavallo: chitarra

Paolo Cagnoni: basso

Diego Marzi: batteria

Simone Torriano: tastiere

Con la partecipazione di:

Luigi Ranghino: pianoforte/tastiere, Alberto Mandarini: tromba, Edoardo Gennaro: tastiere, Quartetto Artemide: archi, Silvia Mangiarotti: violino, Helga Ovale: violino, Alyona Afonichkina: viola, Cecilia Santo: cello; arrangiamento archi di Moreno Delsignore e Paolo Cagnoni.

 

Francesca Grispello

Workshop Eurasia 2015 a Roma

Approfondire le politiche istituzionali e le strategie delle imprese finalizzate a creare opportunità di partnership con gli operatori economici dei paesi asiatici, a fronte dei nuovi trend di sviluppo sociale ed economico e delle nuove sfide poste dalla crescente urbanizzazione: questi sono gli obiettivi di Workshop Eurasia, iniziativa pluriennale di promozione internazionale nata sotto gli auspici del Ministero degli Affari Esteri e avviata congiuntamente da AGI (Agenzia Giornalistica Italia/Gruppo Eni), Unindustria Lazio e Fondazione Terzo Pilastro, che si avvia alla sua seconda edizione. Lunedì 22 e martedì 23 giugno, a Roma, presso il Palazzo della Camera di Commercio avranno luogo, in collaborazione con la Regione Lazio e la Camera di Commercio Italiana a Singapore, tre sessioni tematiche e tre focus di approfondimento.

L’iniziativa prende quest’anno spunto da alcuni significativi dati emersi in relazione al mercato asiatico, tra cui il previsto incremento oltre il 7% dell’export italiano nel triennio 2015-2018; la crescita in Cina di una classe di nuovi consumatori che cerca il “made in Italy” come garanzia di qualità; l’abbattimento delle dogane dei paesi Asean a fine 2015 (un mercato unico con oltre 600 mln di consumatori e un PIL aggregato di oltre 2.300 mld $); il grande piano per le infrastrutture che sta partendo in Cina e nei Paesi Asean (finanziato da organismi multilaterali a cui aderisce anche l’Italia, quali l’Asian Infrastructure Investment bank, l’Asian Development Bank, l’Asean Infrastructure Fund).

Con queste premesse e a tale proposito, gli obiettivi degli incontri, legati al commercio, agli industriali e alle imprese, intendono rafforzare la cooperazione tra Italia ed i paesi dell’Estremo Oriente, presentando i trend di crescita dei Paesi asiatici, con uno speciale riguardo alle opportunità per l’industria agroalimentare italiana, i modelli per favorire l’attrazione di investimenti in Italia, l’apertura del mercato asiatico delle infrastrutture e lo sviluppo di collaborazioni con reti internazionali permanenti, Regioni e grandi aree Urbane come quelle di Tianjin e Chongqing.

I lavori saranno aperti dal Sottosegretario agli Affari Esteri, Sen. Benedetto della Vedova e chiusi dal console Italiano a Chongqing Sergio Maffettone.

Tra i relatori presenti si segnalano le partecipazioni di: Mme Yu Lu, Vice Presidente della Camera Agroalimentare Cinese, che in seguito al suo intervento sulle possibili integrazioni tra le aziende italiane e le preferenze dei nuovi consumatori cinesi (l’utilizzo dell’affermatissimo e-commerce in Asia sarà uno degli argomenti trattati) incontrerà delegazioni di produttori agroalimentari italiani per aprire nuove relazioni commerciali; Mr Zhu Zhenmin, Managing Director di Genertech (agenzia di stato cinese), che indicherà le strategie da seguire per attrarre capitali dalla Cina; Saby Mitra, Capo Economista dell’Asian Development Bank, che presenterà il piano di infrastrutture finanziato dalla ADB e di come sarà possibile partecipare alle gare internazionali; Li Guotian, Direttore dell’Agenzia per il Commercio Estero di Chongqing (oltre 30 milioni di abitanti, snodo logistico della Cina continentale) che parteciperà al Workshop per inizializzare una collaborazione stabile nel settore del Trading. 

IL PROGRAMMA

Lunedi 22 giugno Sala del Tempio di Adriano, Piazza di Pietra 9.30 // Accoglienza Giancarlo Cremonesi Presidente Camera di Commercio di Roma 9.45 // Apertura Guido Fabiani Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio Benedetto Della Vedova Sottosegretario Ministero Italiano degli Affari Esteri 10.30 // PRIMA SESSIONE UNA PANORAMICA DI MODELLI DI SVILUPPO DIVERSI Presidente: Eugenio Occorsio Giornalista economico Ferdinando Nelli Feroci Presidente Simest / Presidente Istituto Internazionale per gli affari Quadro e prospettive degli accordi internazionali per la liberalizzazione del commercio nell’area eurasiatica Lim Hong Hin Vice segretario generale Asean Prospettive del mercato comune Asean Li Zhen Vice Direttore Divisione Cooperazione economica estera Commissione Commerciale Shanghai La crescita dell’economia cinese: la debolezza e punti di forza Tetsuro Fukunaga Direttore Esecutivo JMC – Giappone Macchine Centro per il Commercio e gli Investimenti, Ufficio di Bruxelles Abenomics e la ripresa dell’economia giapponese Riccardo Maria Monti Presidente Trade Agency Italiana Il Made in Italy e nuovi consumatori asiatici Li Guotian Vice Direttore Chongqing commercio estero e Commissione Economica Il modello di Chongqing come un area urbana in rapido sviluppo 12.30 // FOCUS: L’AGROALIMENTARE ITALIANO E I NUOVI MERCATI ASIATICI Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura European Parlament Il mercato alimentare italiano e i crescenti mercati asiatici Yu Lu Vice presidente prodotti alimentari importati Camera di Commercio della Cina Il mercato alimentare interno cinese e le potenzialità per i prodotti italiani 13.30 // Light Lunch 15.00 // SECONDA SESSIONE INVESTIMENTI E INFRASTRUTTURE Presidente: Attilio Tranquilli Vice Presidente Unindustria Lazio Massimo D’Aiuto Ceo Simest Il quadro complessivo degli investimenti italiani nei mercati asiatici Marco Nicolini Partner Law Firm Chiomenti Investimenti cinesi in Italia: un paio di fattori chiave e temi Zhu Zhenmin General Manager Italia Cina General Technology Tenere Trend di investimenti cinesi in Italia, strategie e metodi Peter Franz Gontha Ambasciatore di Indonesia in Polonia Il prossimo decennio Indonesia – Asean contro Global Trade: opportunità per gli investimenti e le sfide delle infrastrutture Saby Mitra Chief Economist Banca asiatica di sviluppo Infrastrutture asiatici e opportunità. La prospettiva ADB Chang-Hee Yim Managing Director dell’ufficio POSCO Europa La connettività tra POSCO e Eurasia Zhang Dengwen Presidente Xiyong Euro Brand Center Il commercio on line nel mercato cinese, una opportunità di investimento Alice M.K. Choi Vice Rappresentante per Hong Kong Ufficio Economico Europa Hong Kong come la porta d’ingresso per le imprese italiane in Cina e in Asia Alfredo Ingletti Vice Presidente OICE Il know-how italiano nel settore asiatico delle infrastrutture 17.45 // Osservazioni conclusive Federico Donato Presidente Camera di Commercio Italiana a Singapore.

Martedì 23 giugno Sala del Consiglio della Camera di Commercio, Via de Burrò 147 9.30 // TERZA SESSIONE NUOVE PROPOSTE CULTURALI LUNGO LE STRADE DELLA SETA Presidente: Francesco Marcolini Coordinatore Workshop Eurasia 2015 Keynote Speaker Emmanuele F.M. Emanuele Presidente Fondazione Terzo Pilastro Gianni Di Giovanni Ceo Agenzia Giornalistica Italia – Agi Una nuova piattaforma per condividere le informazioni Riccardo Tozzi Presidente Anica La co-produzione di film con partner asiatici Zhang Jianda Consigliere Culturale P.R. della Cina in Italia La cooperazione culturale tra Italia e Cina, iniziative e prospettive 11.00 // FOCUS: CINA – ITALIA BUONE PRATICHE: TIANJIN An Limin Vice Direttore di Tianjin NDRC – Commissione sviluppo nazionale Riforme Luigi Campitelli Direttore Generale Internazionalizzazione Lazio Innova La Cooperazione tra Cina ed Europa: Lazio-Tianjin come un esempio transregionale di successo 12.00 // FOCUS: PROSPETTIVE CINA – ITALIA: Chongqing Li Guotian Vice Direttore Chongqing commercio estero e della Commissione Economica Chongqing – il più aperto Inland nell’Economia della Cina Zhang Dengwen Presidente Xiyong Euro Brand Center Opportunità commerciali a Chongqing e transfrontaliera e-commerce 13.00 // Osservazioni conclusive Sergio Maffettone Console italiano Ministero degli Affari Esteri a Chongqing.

È d’obbligo la registrazione per poter accedere all’evento.

 

Elisabetta Castiglioni