Verona jazz, rumors e venerazioni

La settantaduesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese presenta, dall’1 al 20 settembre, un cartellone di concerti e appuntamenti musicali con gli interpreti della scena jazz, pop, folk, indie italiana. Verona Jazz, Rumors e Venerazioni si alterneranno e susseguiranno sul palco del Teatro Romano per 8 imperdibili serate.

L’Estate Teatrale Veronese è realizzata dal Comune di Verona – assessorato alla Cultura, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Regione Veneto e il supporto di Cattolica Assicurazioni e Banco BPM.

I biglietti sono in vendita sui circuiti Ticketone, Geticket e al Box Office di via Pallone.

“Si rinnova il tradizionale appuntamento con la musica al Teatro Romano al quale non abbiamo voluto rinunciare nemmeno in questo anno così difficile” precisa l’assessore alla Cultura Francesca Briani. “Un programma Covid Free, realizzato assieme ai qualificati collaboratori che da anni curano la parte musicale del festival” completa il direttore artistico dell’Estate Teatrale Veronese Carlo Mangolini.

Il programma di RUMORS ILLAZIONI VOCALI, curato da Elisabetta Fadini, porta a Verona i suoni del presente con alcuni dei musicisti più interessanti del panorama musicale da Alice (venerdì 4 settembre) che canterà Battiato, in un viaggio autentico ed elegante, accompagnata al pianoforte dal maestro Carlo Guaitoli,  a Vasco Brondi che, archiviata l’esperienza con “Le luci della centrale elettrica”, prosegue il suo percorso cantautorale che lo ha reso un’autentica star della scena indipendente italiana (sabato 5 settembre), fino a Vinicio Capossela che porta in città, lunedì 7 settembre, “Pandemonium”, dal mitico strumento gigantesco, per uno concerto narrativo con canzoni messe a nudo, scelte liberamente in un repertorio che quest’anno va a compiere i trent’anni dalla data di pubblicazione del primo disco “All’una e trentacinque circa”.

VERONA JAZZ, sezione proposta da Ivano Massignan, presenta invece tre serate tributo. Martedì 1 settembre il trombonista Mauro Ottolini, assieme alla cantante Vanessa Tagliabue Yorke, propone un programma dedicato ai grandi maestri dello swing. Mercoledì 2 settembre Paolo Fresu, il più importante trombettista italiano, omaggia il grande Chet Baker, mentre il pianista Enrico Pieranunzi domenica 6 settembre costruisce una serata in musica per celebrare il genio di Federico Fellini.

L’ultima sezione, proposta da Box Office Live, si intitola VENERAZIONI, ed è dedicata invece ai temi del femminile. In programma il raffinato minimalismo di Musica nuda, domenica 13 settembre con il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, e l’omaggio a Mia Martini ‘Se non canto non vivo’, nel giorno del suo compleanno, domenica 20 settembre, con Stephanie Océan Ghizzoni.

Per informazioni e approfondimenti www.estateteatraleveronese.it

 

Roberto Bolis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.