Armonie barocche

Il 13 novembre, presso l’Università di Roma Tor Vergata di Roma, si è svolto un concerto dalla bellezza sconvolgente che presentava un ensemble barocco nell’interpretazione di uno dei giganti della musica del periodo: Antonio Vivaldi.

Fra le composizioni da sottolineare, le armonie quasi orientali del concerto per mandolino RV 425 e le raffinatezze dell’esecuzione del concerto per violoncello RV 413, eseguito con maestria dal direttore Giordano Antonelli.

Una serata dai toni vari e allo stesso tempo frizzante con strumenti poco conosciuti dal grande pubblico come la tiorba, il liuto e la chitarra barocca. Le loro peculiarità sonore hanno intrigato gli spettatori incantati dai virtuosismi vivaldiani e dalle melodie del compositore veneziano, intrecciando un vero discorso musicale fra i solisti e l’ensemble. Sotto la direzione attenta del M. Antonelli, la giovane orchestra Musica Antiqua Latina presentava, nello splendore dei colori barocchi, una esecuzione dei brani senza sbavature, fra i pizzicati degli archi e della chitarra barocca. Una vera festa musicale dei tempi andati che si potrebbe ripetere più spesso senza le illusioni effimere che talvolta ci propongono alcuni concerti d’oggi. Ascoltare le composizioni del prete veneziano è, oltre che un piacevole incontro con la musica, un vero tuffo in un’epoca che ha lasciato ancora oggi intatti i suoi valori culturali, come i colori musicali e le tonalità così varie e preponderanti che riflettono un passato sempre vivo nel nostro presente.

 

Bruno Bertucci

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.