Educare all’umanesimo solidale

Il titolo del libro a cura di Giuseppe Alcamo consente di aprire una parentesi sulla necessità di innovare l’insegnamento scolastico, in vista del nuovo anno di studi, a nuovi stili di vita, come recita il sottotitolo. Nove autori affrontano un argomento di analisi e riflessione, rispondendo allo specifico appello del Papa a dare il proprio contributo in favore di un migliore rispetto dell’ambiente e del pianeta Terra, un più responsabile atteggiamento ecologico in favore e a tutela della Natura, un modo di pensare unitario, che non utilizzi specialmente la religione come scudo o alibi, o come vessillo per l’argomento.

Il curatore Giuseppe Alcamo, presbitero a Mazara del Vallo e docente di Catechetica e di Introduzione al cristianesimo, esorta ad educare alla luce della “Laudato sì”.

Rino La Delfa, presbitero a Piazza Armerina, docente di Ecclesiologia e Mariologia, si sofferma sul Vangelo secondo san Matteo: “Se non diventerete come i bambini” per delineare la figura del nuovo Adamo.

Massimo Naro, docente di Teologia sistematica, affronta la costruzione della città affidabile, trattando la dimensione sociale del magistero di Francesco.

Fabio Mazzocchio, docente di Filosofia morale, e Giuseppe Notarstefano, docente di Statistica economica ed Econometria, propongono un’analisi sull’importanza antropologica ed etica del lavoro.

Giuseppina D’Addelfio, docente di Filosofia dell’educazione e di Pedagogia generale, sempre partendo dalla “Laudato sì”, esorta ad educare ad avere cura, proponendo riflessioni pedagogiche utilissime a genitori ed insegnanti.

Alessandra Smerilli, docente di Economia politica, si sofferma su “Economia e cooperazione per uno sviluppo umano integrale”, mentre Luca Sucameli, magistrato contabile, sottolinea la necessità di educare alla legalità e al dovere, necessità che non dev’essere pensata come circoscritta ad un’area o ad un Paese, ma che dev’essere obiettivo primario di ogni organo educativo della società, la famiglia prima di tutto.

In conclusione dell’antologia di scritti, Camillo Ripamonti, presidente del servizio dei Gesuiti per i rifugiati, considera l’accoglienza come modo di restare fedeli alla propria umanità.

Un testo ricco di spunti di riflessione di esperti, ma che possono facilmente diventare personali del lettore, perché la sfida educativa transita per ciascuno di noi, a qualsiasi livello e comunque operi nella società.

 

“Educare all’umanesimo solidale”, a cura di Giuseppe Alcamo, Paoline, Milano, 2018, pagg. 304; euro 15,00

 

Alessia Biasiolo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.