Buon anno con il sorriso

È racchiuso in un libro di Giuliano Guerra, edito Paoline, “Il sorriso”; lo troviamo in un volume di facile lettura per cercare di entrare nell’ampio mondo del sorriso interiore e delle sue manifestazioni esteriori più note, da quelle vere a quelle false.

Penso che sia un’ottima lettura per iniziare bene l’anno. Infatti: “Non c’è persona al mondo che non desideri vivere in modo felice, nella salute, nel benessere, nell’abbondanza. Perché non sentirci in diritto di condurre un’esistenza nella gioia, nella serenità, nell’armonia […]? Dobbiamo liberarci dalla prigionia dei nostri condizionamenti mentali che ci incatenano nei sensi di colpa, nei vissuti di impotenza e nell’incapacità a reagire alla sofferenza. […] Le persone illuminate che hanno raggiunto una profonda pace interiore, […] ci invitano a farlo e si offrono con umiltà, con semplicità e senza alcuna forzatura per guidarci nel cammino che conduce alla gioia di esistere e al saper portare nel mondo dinamiche di pace e di amore”.

Così afferma l’Autore riferendosi a vari testi sacri e a varie storie di cui l’umanità è costellata non solo per portare la pace al di fuori di noi, e oggi, Giornata Mondiale della Pace è l’occasione propizia per ricordarlo, ma soprattutto dentro di noi, in quel vivere tra noi e noi che appartiene al nostro personale bagaglio esistenziale e alla nostra meta di vita. Il sorriso spesso ci è negato, per una svariata serie di motivazioni, e continuare a perseguirlo anche quando molte persone o fatti intorno a noi vogliono cancellarcelo, non è semplice.

Nella vita umana non c’è niente di peggio di apparire persone serene ed equilibrate per generare invidie e gelosie, quasi la serenità del prossimo ricadesse sui singoli altri come un macigno. Meglio pensare che tutti abbiamo lati negativi o problemi che attanagliano l’esistenza, così da non sentirsi tanto fuori dal normale. Ricordo una vecchia collega di lavoro che era così felice di sapere che tutti avevano qualche guaio da gioirne e, allo stesso tempo, avere la scusa per non affrontare davvero i propri problemi. Molte persone sono così e forse lo siamo un po’ tutti.

Il volume di Guerra, medico e psicoterapeuta che ha creato una struttura nei pressi di Sirmione (Brescia) dove le persone possono ritrovare o trovare il proprio percorso esistenziale, può essere molto utile, attraverso semplici esempi di esperienze personali o di casi emblematici nei quali riconoscersi e conoscersi.

 

Giuliano Guerra: “Il sorriso”, Paoline, Milano, 2017, pagg. 208; euro 15,00

 

Alessia Biasiolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...