Un brindisi alla salute mentale alla decima edizione

È stata presentata a palazzo Barbieri la 10ª edizione del progetto “Un brindisi alla salute mentale patrimonio dell’Umanità”, promosso dall’associazione “Arcobaleno” in collaborazione con l’ULSS 9 Scaligera, le principali cantine della Valpolicella e i Consorzi di Tutela dei Vini di Bardolino, Soave e Valpolicella, con l’obiettivo di sensibilizzare sulla condizione delle persone disabili. Negli ultimi 10 anni di Vinitaly l’Associazione Arcobaleno ha coinvolto infatti le principali cantine della Valpolicella nella produzione di bottiglie etichettate con dipinti realizzati dagli ospiti dei Centri Educativi Occupazionali Diurni dell’ULSS 22 e personalizzate con una frase sia di partecipazione sia di sostegno delle massime autorità civili e militari di Verona come anche degli esponenti del mondo imprenditoriale.

Tali bottiglie sono, come di consueto, esposte presso lo stand della Regione Veneto a Vinitaly 2017, fino pertanto a domani.

A presentare l’iniziativa il Sindaco Flavio Tosi insieme all’assessore ai Servizi sociali Anna Leso. Presenti la presidente dell’associazione “Arcobaleno” Mariangela Vantini con il vicepresidente Salvino Antico e alcune delle autorità cittadine che hanno aderito con entusiasmo al progetto: il già Procuratore della repubblica di Verona Mario Giulio Schinaia, il Questore di Verona Enzo Giuseppe Mangini, il Vicario Prefetto Angelo Sidoti, il vice presidente della Provincia Pino Caldana, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Verona Ettore Bramato, il Comandante del 3° Stormo dell’Aeronautica di Verona Villafranca Pietro Spagnol, il rappresentante della Polizia municipale Renzo Ren, il Comandante della Polizia Stradale di Verona Lacquaniti Girolamo, il direttore generale ULSS 9 Scaligera Pietro Girardi, il presidente di Federfarma Marco Bacchini, i rappresentanti dei Consorzi Tutela Vini di Soave, Bardolino DOC e Valpolicella e i rappresentanti delle cantine che hanno aderito all’iniziativa.

“A nome dell’Amministrazione comunale ringrazio quanti hanno contribuito, anno dopo anno, alla realizzazione di questo progetto che oggi festeggia il decimo anniversario – ha detto il Sindaco – un’iniziativa lodevole sia perché valorizza un bene del territorio come il vino ma soprattutto perché mette in luce la solidarietà che caratterizza la nostra comunità”.

Unanime il plauso al progetto da parte delle autorità cittadine, per le quali si è trattato di “una preziosa opportunità per partecipare in modo concreto alla promozione sociale delle persone disabili, oltre che una straordinaria esperienza personale di grande umanità”.

 

Roberto Bolis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...