Suor Pura Pagani

Interessante il volume dedicato a suor Pura Pagani, sul finire dello scorso anno, da Mara Meneghini. Un ripercorrere le sue vie per tracciare la storia di una semplice suora che è destinata agli onori degli altari. Uno scampolo di vita iniziato nel 1914 e finito nel 2001, anni trascorsi per la maggior parte come Piccola Suora della Sacra Famiglia. Casa madre a Castelletto di Brenzone, sul lago di Garda, luogo ameno e reso ancor più prezioso dal lavoro delle suore che hanno saputo mantenere le volontà dei fondatori (entrambi beati, don Giuseppe Nascimbeni e madre Maria Mantovani), le Piccole Suore hanno mandato suor Pura in alcune case come maestra d’asilo, ma ben presto divenne nota per la sua capacità di ascoltare e di consigliare. Spesso non era nemmeno necessario andare da lei a raccontarle i fatti o le motivazioni delle necessità: dotata di preveggenza, suor Pura aveva sempre una parola buona, un’indicazione, un consiglio che, se seguiti, portavano sulla strada giusta, risolvevano i nodi problematici, trovavano sorrisi al posto di lacrime. Per questo motivo intorno a suor Pura si sono attivati molti credenti che vogliono fare conoscere la figura di quella semplice e umile suora che parlava con la Sacra Famiglia, che sapeva pregare ed essere ascoltata, soprattutto per il bene del prossimo.

Un libretto che può aiutare a conoscere quella donna e a trovare una via d’uscita ai propri problemi esistenziali o di fede, per chi ne ha necessità.

 Mara Meneghini: “Una vita per gli altri. Suor Pura Pagani”, edizioni Villadiseriane, 2014, pagg. 112; euro 8,00.

 Alessia Biasiolo

 

3 thoughts on “Suor Pura Pagani

  1. WILLEM ha detto:

    Ho avuto la fortuna di aver seguito, letteralmente parlando,la vita di questa piccola (grande) suora. La cosa che mi colpisce è sempre stata l’umiltà che hanno solo i grandi.

  2. Francesco Paolo Sole di Palermo ha detto:

    Nel 2013 mi avevano diagnosticato un linfoma non hodgin con aspettativa di 2 mesi di vita.
    Iniziando la chemio e cominciato il mio calvario.
    Trovandomi a Verona presso una mia nipote e ospite dell’ hotel TRENTO, gestito dalla sig.ra Giovanna, molto devota a Suor Pura, che aveva conosciuto personalmente, mi dono’ un piccolo ritaglio di stoffa appartenuta alla Santa dicendomi: Sig. Sole si ricordi che l’ ultima parola non è dei medici! Vi è sempre qualcuno al di sopra; e mi raccomando’ di andare a pregare sulla tomba di Suor Pura.
    Cosa che ho fatto il pomeriggio del giorno dopo accompagnato da mia nipote Stella e dalla mia compagna Anna.
    Da allora, dopo tutti i controlli periodici sto bene e chi mi vede mi dice che sono stato miracolato. Gli stessi medici sono stupiti.
    Oggi 28 giugno 2017 sento di testimoniare.
    Grazie SUOR PURA
    F.PAOLO SOLE.

  3. Assunta ha detto:

    L’ultima parola è sempre e solo di Dio. Ringrazio questa piccola suora che ha accolto profondamente questa fede nella sua vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...